Cerca nel blog

mercoledì 18 ottobre 2017

TORTA ENGADINESE



specifico che la ricetta non era così precisa quindi ho aggiustato di testa mia .. ma è venuta buonissima e molto raffinata ...
ingredienti per una tortiera di 24-26 cm di diametro :
per la frolla :
300 gr di farina bianca ( io ho sostituito 100 gr con quella di riso in modo da renderla più friabile )
150 gr di burro
120 gr di zucchero a velo
1 uovo
1 cucchiaino di lievito istantaneo per dolci

per il ripieno :
150 gr di zucchero semolato
200 gr di noci tritate fini
100 ml di panna da cucina densa
20 gr di burro
2 cucchiai di miele
il succo di un limone

per spennellare :
1 uovo  sbattuto bello gonfiato

preparazione 
la frolla:
versare in una ciotola le farine con lo zucchero a velo e il lievito  , al centro il burro a pezzetti , l'uovo , impastare molto bene e formare un panetto morbido e liscio , avvolgerlo in una pellicola e lasciarlo in frigorifero per 30 minuti .
il ripieno :
in un pentolino mettere metà dello zucchero semolato con il miele , aggiungere il succo di limone , il burro e la panna , portare a bollore .
in un'altro pentolino antiaderente mettere l'altra metà dello zucchero con 3 cucchiai d'acqua e lasciate caramellare senza mescolare ( a fiamma media ) .
ora unire il caramello all'altro liquido fatto in precedenza , aggiungere pure le noci tritate e mescolare il tutto .
per finire :
ora prendere dal frigo la frolla , dividerla in modo da stendere 2 cerchi ( uno più grande per la base e uno più piccolo per la copertura .
mettere il cerchio di base nella tortiera ( bucherellandolo un pochino )rivestita di carta forno inumidita e strizzata , riempire con il composto alle noci , ricoprire con l'altro cerchio di frolla chiudendo tutto il bordo girandolo verso il basso .
sbattere l'uovo e versarlo sopra alla torta uniformemente ( volendo si possono mettere altri pezzetti di noce sbriciolati grossolanamente ) , infornare in forno già preriscaldato a 180° per 50 minuti .
lasciare raffreddare ( volendo spolverizzare di zucchero a velo )  e servire ... :p :p :p
vedi anche : tortine di noci  , cuori ripieni , torta bonissima , cialde alle noci  , ciambella alla frutta secca , gubana , treccia alle noci e amaretti ... ecc . ecc.

giovedì 12 ottobre 2017

Palle fritte di pancarrè al prosciutto e formaggio

Togliere la crosta al pancarrè stendere le fette con il mattarello( o con le mani )  per allargarle leggermente (meglio   inumidite con un po'  di latte )   al centro di ogni fetta mettere una pallina di mozzarella e una fetta di prosciutto cotto( o altro formaggio ammorbidito al microonde)  , chiudere  a pallina il tutto  con le mani bagnate di latte . Impanare nella farina, nell'uovo ( 2 uova per 8-9 palline ) e nel pangrattato . Friggere con olio di oliva fino a doratura . Scolare in carta assorbente e servire calde .
Ci vuole solo un poco di pazienza per chiudere le palline ,ma per il resto è  un piatto facile e veloce .
Oppure : frittoast , coste in carrozza , canederli al formaggio , pane fritto alla francese  , ecc. ecc .  Nel blog .... 😋

domenica 1 ottobre 2017

Foto estiva modificata

È  diventata un bel quadro questa foto che ho modificato con il telefono ... era già  bella prima ma ora è  un ottimo screensaver 😊😉🤗

torta salata d'autunno



ingredienti :
1 rotolo di pasta sfoglia ( volendo farla più buona si può fare in casa )
2 uova sode 
1 uovo crudo
1/5 di besciamella fatta in casa 
250 gr di zucca 
300 gr di funghi champignon 
50 gr di fontal
50 gr di parmigiano grattugiato
1 pizzico di pepe o peperoncino
mezzo spicchio d'aglio
prezzemolo q.b. 
1/4 di cipolla 
sale 
olio di oliva 

preparazione :
stendere la pasta sfoglia e tagliarla a misura di una pirofila di 24 cm circa e tenere il rimanente per ricoprire la torta .
trifolare i funghi ( vedi post ) con olio aglio e prezzemolo , soffriggere in un'altra padella la cipolla in olio  aggiungere  la zucca( come per la ricetta della pasta al forno con la zucca ) , il peperoncino o pepe salare e lasciare cuocere a fiamma bassa e con il coperchio  fino a cottura della zucca .
fare la besciamella ( per le dosi vedi post), tagliare a pezzetti il fontal e cuocere le uova .
ora riempire la sfoglia con il seguente ordine : prima i funghi  , la zucca , le uova tagliate a rondelle , la besciamella distribuita uniformemente , il formaggio , ricoprire con strisce di sfoglia avanzate , sbattere l'uovo e spennellare la superficie .
cuocere in forno preriscaldato a 220° per mezz'ora .
servire tiepida .
per altre torte salate vedi post con i suoi link





mercoledì 27 settembre 2017

Uova e pomodoro in padella

Simili al post precedente ma con del pomodoro fresco.
Ho soffritto mezza cipolla in un po' d'olio  oliva  , ho aggiunto mezzo pomodoro cuore di bue , 6 o 7 pomodorini dolci , un pomodoro lungo da sugo ,il tutto tagliato  a pezzetti ( bisogna mettere almeno 2 tipi di pomodoro ,uno più acidulo  e  uno più  dolce ) . Poi ho insaporito  con sale ,pepe , zenzero , salvia (ma poco di tutto). Ho saltato i pomodori a fiamma vivace per un attimo e poi ho aggiunto le 2 uova e ho cotto a padella coperta e fiamma più  bassa .
Un piatto Buono e fresco e veloce anche se caldo .
Ottimo da antipasto con del pane tostato.

lunedì 25 settembre 2017

SACRA DI SAN MICHELE

il video su youtube

per andare alla sacra di san michele bisogna andare a sant'ambrogio di torino piccolo paese dove ieri c'era il MELIGA DAY, i famosi pasticcini alla farina gialla molto buoni se fatti con la ricetta antica ...
quindi c'era anche chi serviva salsicce e carne nei piatti oppure faceva panini da portarsi via nel tragitto per la sacra di san michele ...
appena uscita dalla stazione si vede in punta alla montagna la famosa sacra di san michele e ci si scoraggia perchè si intuisce che sarà faticoso salire fino a lassù e infatti è proprio così ( pensavo fosse come alla rocca di cavour invece è tutt'altro)...però se non si ha voglia ci sono le navette che da avigliana ( paese vicino dove ci sono pure i laghi ) portano alla sacra .
ma noi abbiamo deciso che dovevamo farla a piedi per passare la giornata, allora ci siamo incamminate verso il sentiero della vecchia mulattiera ( che si trova dietro alla chiesa del paese)che è piuttosto bello ma molto ripido e quindi faticoso , a metà tragitto (dove c'è un monumento rotondo di cemento)  il sentiero si separa  e.. o si prende dalla villa giorgina il successivo sentiero (che è ripidissimo e molto sterrato) oppure si passa dalla zona pic nic in via della fontana e a seguire le indicazioni segnate in rosso nel bosco dove ti conducono al sentiero bello che porta fino alla sacra ..le indicazioni non erano così evidenti e se non avevo google che mi aiutava nella mappa mi incazzavo ... invece è andato tutto bene e siamo arrivate lassù stanche ma felici ... un panorama bellissimo e anche abbastanza arioso ... non abbiamo fatto la visita guidata perchè era di un'ora e di solito sono noiose se non ti interessano .... quindi ci siamo riposate un attimo e poi siamo scese giù sempre dagli stessi sentieri .
 avevamo una mezza idea di aspettare la navetta che ci portava ad avigliana ma poi avevamo troppo da aspettare (e noi ci annoiamo in fretta )quindi abbiamo scelto di camminare ancora ,ma nella discesa mi sono accorta che ero già piuttosto provata alle gambe e siamo arrivate in fondo stanchissime ... ma tanto ci doveva essere il santo che ci proteggeva no? :)))
c'era chi scendeva correndo ma poi lo abbiamo trovato in fondo che si riposava ( per tutto il tempo che noi siamo scese ..) :))) poi c'era gente troppo profumata che scendeva .. pochi salivano .. la maggior parte della gente arriva in macchina fino a lassù ( visto che ci si può arrivare) pochi veri sportivi perchè chi come noi si è fatto su e giù dopo puzza di sudore e ne ho sentiti pochi che puzzavano ... :))) .
una volta di nuovo in paese ci siamo fatte panino, birra artigianale e melighe fresche ...:p :p :p

la sacra da fuori della stazione 

sant'ambrogio

sant'ambrogio e il meliga day

la chiesa di sant'ambrogio

il paese di sant'ambrogio visto dal sentiero e si vede anche il sentiero laggiù da dove parte 

il prato e la sacra 

panorama e sentiero molto sterrato e ripido che scende 

la sacra dal sentiero che scende 

monumento rotondo dove si divide il sentiero 

sant'anbrogio e io 

io alla sacra 



giovedì 21 settembre 2017

Torino outlet village

oggi all'outlet di settimo torinese ...stile  moderno ... carino anche se un po' freddo però quella piramide fa un effetto grandioso a passargli sotto per entrare!.... ottima idea di chi lo ha progettato ...
tanti negozi ma io lo avrei fatto più grande ancora e con più negozi come quello di serravalle ....(vedi post)....un posto molto pulito ... potevo camminare scalza nel camerino, cosa che di solito non succede... ( forse perchè è poco che hanno aperto)



si vede anche la basilica di superga dal mezzo della piramide  e poi tante rane uccelli colorati all'interno dell'outlet
c'è anche l'hamburgheria di eataly dove si mangia più sano che in altri posti ....   



al termine di questo viottolo ci sono pure i porta bici in stile moderno


troppi parcheggi secondo me però ben organizzati con scale mobili 

gli ingressi vari dai parcheggi sotterranei con scale mobili segnati nel muro

tante chiocciole colorate sul prato esterno all'outlet



giovedì 14 settembre 2017

Orecchiette della duchessa

Se si avanzano  degli involtini duchessa (vedi post precedente) con la sua salsa buonissima si può tagliare a pezzettini la carne , la si lascia nella sua salsa che è  già  condita a dovere , si allunga con un po' d'acqua di cottura della pasta e qualche ciuffo di broccolo ( o cima di rapa) .. si scalda il tutto in modo che anche il broccolo si amalgama alla panna e si  condisce la pasta con questo sugo DUCALE e poi  ci si leccano anche le orecchie ... :)) 😋😋😋

mercoledì 13 settembre 2017

involtini duchessa veloci da preparare


ingredienti x 2 persone :
500 gr di petto di tacchino a fette sottili ( oppure pollo o carni bianche in generale)
100 gr di prosciutto crudo ( o cotto o salume a piacere)
50 gr di parmigiano grattugiato
farina bianca per impanare
olio di semi per friggere
sale 
100 ml di panna da cucina 
un bicchiere di vino bianco


preparazione :
ricavare 6 fette sottili di petto di tacchino e in ognuna metterci all'interno una fetta di prosciutto e parmigiano grattugiato ( o a scaglie sottili), arrotolare l'involtino e chiuderlo bene ( volendo con uno stuzzicadenti) salare la superficie della carne e passare ogni involtino nella farina , friggere in olio di semi tutti gli involtini per un attimo fino a doratura , finire la cottura in padella con la panna , il vino e un pizzico di sale a fuoco basso per 10 minuti rigirandoli .
delicati e buonissimi ... :p :p :p
consumare con contorno a piacere... consigliatissimo per chi ha poco tempo o poca voglia di cucinare ma vuole mangiare bene  :))

oppure : involtini croccanti di pollo , rollè di tacchino , di verza e maiale , cordon bleu , involtini di prosciutto cotto  ecc ...ecc ...