Cerca nel blog

lunedì 28 febbraio 2011

Sognando......

I numeri si sognano o i sogni ti fanno dare i numeri ? :)

Inviato con LG Mobile

domenica 27 febbraio 2011

mini sacher



per la ricetta potete cercarla nel blog perchè l'avevo già messa per fare la sacher torta , ma oggi volevo provare le sacherine e mi sono venute benissimo quindi una foto gliela dovevo fare....troooooppo golosa !!!
mm...!!
per altri contenuti clicca quì

Involtini-messicani

INGREDIENTI:
8 fette di vitello
150 gr. Di Trita di maiale
Champignon gr. 50
20 gr. Di Pinoli
una grossa fetta di Pancetta
burro
panna liquida
1 uovo
aglio
salvia
prezzemolo
farina bianca
vino bianco secco
poco brodo
olio di oliva
sale
pepe.
PREPARAZIONE:
mondate i funghi , fateli a pezzi, scottateli in padella con il burro.
Tritate i Pinoli con aglio prezzemolo e unite la carne Trita di maiale e l'uovo . Salate e pepate.
Spalmate le fette di carne con la farcia preparata , chiudete l'Involtino con degli stuzzicadenti.
tagliate la Pancetta in 4 e fissate gli Involtini due a due con degli stecconi (se volete) con al centro la Pancetta e una foglia di salvia.
infarinate i messicani e rosolateli in padella con olio .
bagnate con del vino bianco e fate sfumare e aggiungete il brodo .
fate cuocere per 20 minuti a fuoco medio.
legate il sugo con 4 cucchiai di panna.
buonissimi! clicca quì

sabato 26 febbraio 2011

dal web : i cellulari sono come cavalli di troia....

per altri contenuti clicca quì http://www.youtube.com/formichina100

Cassandra Crossing/ Le tre leggi dei cellulari
di M. Calamari - Sei solo contento di possedere uno smartphone, o hai un cavallo di Troia in tasca? No, perché stai sottovalutando il controllo che i produttori - e non il proprietario - hanno sul tuo hardware


Roma - In tempi veramente non sospetti Cassandra, ancora alle prime armi, scrisse un articolo sulle black box, cioé sugli oggetti informatici che forniscono una o più funzionalità principali, isolando completamente l'utente-proprietario dalla loro complessità e struttura interna.

Le previsioni dell'articolo erano ovviamente che negli oggetti del tipo black box, che avevano risorse e potenza di calcolo in eccesso, potevano essere inserite funzionalità "nascoste" di vario tipo, e che senz'altro questa possibilità sarebbe stata sfruttata dai fabbricanti per fini non vantaggiosi per l'utente.

La fosca e non difficile previsione si è puntualmente avverata: basta documentarsi un minimo per trovare che la maggior parte dei prodotti dell'elettronica di consumo, a cominciare dai cellulari e continuando con video lettori, consolle ludiche e personal computer, sono dotati di funzioni nascoste ed automatiche che svolgono compiti slegati dalla loro funzionalità principali, spesso diretti ad ingabbiare e controllare l'utente-proprietario-schiavo.Un paio di esempi assai noti aiutano ad inquadrare il problema.

Possiamo infatti ricordare la funzionalità di kill delle applicazioni, inserita dalla Apple nel sistema operativo dell'iPhone, che permette di "uccidere" una applicazione pericolosa o semplicemente sgradita su tutto il parco di iPhone, e che sembra essere disponibile anche sui cellulari dotati del sistema operativo Android. E come non pensare alle funzionalità DRM per la limitazione dell'utilizzo di contenuti multimediali inserite in praticamente tutti gli oggetti in grado di riprodurre contenuti digitali, dai personal computer a, appunto, i telefoni cellulari, non a caso ormai chiamati "smartphone"?

E potremmo continuare con le funzioni di auto-aggiornamento di decoder e console, e con quelle di upload di dati sulle attività degli utenti ormai normali su tanti software per PC.

Ad aggravare questa situazione si è aggiunto il fatto che anche utenti smaliziati, in qualche modo a conoscenza di queste funzionalità nascoste, invece di essere colti di una sensazione di orrore profondo se ne fregano altamente: tanto loro non hanno niente da nascondere. Diventa quindi assai difficile scrivere in maniera convincente ulteriori fatti ed argomentazioni in grado di convincere una platea disposta a spendere 500-600 euro per mettersi in tasca un essere quasi vivente che obbedirà non al proprietario ma ad altri padroni.

D'altra parte anche la mia antenata Cassandra, figlia di Priamo, non riuscì a convincere nemmeno il babbo che i risolini che si sentivano uscire da quel cavallo di legno potevano essere indice di un problema.

Ma proprio in questi giorni è circolata una notizia interessante, che dimostra come le black box siano diventate non solo ricchissime di funzionalità "nascoste", ma addirittura strutturalmente "disobbedienti" ai loro proprietari a causa di standard largamente adottati dall'industria, ed in primis ovviamente dai produttori di telefonini come Motorola.

Motorola infatti ha acquisito una oscura ditta produttrice di software per la "sicurezza" dei telefoni cellulari dal nome rivelatore, che oltretutto ci tiene (o ci teneva) a spiegare in termini estremamente coloriti ed efficaci la sua mission aziendale. L'azienda è la 3LM, sottotitolo "the Three Law of Mobility" (le Tre Leggi della Mobilità). Il riferimento abbastanza evidente è alle arcinote "Tre Leggi della Robotica" enunciate da Isaac Asimov, che gli hanno permesso di costruire un'intero filone della letteratura di fantascienza.

Si tratta (lo dico per ricordare i dettagli e per i pochissimi che non le conoscessero) di tre leggi che tutti i robot positronici costruiti devono obbligatoriamente rispettare:
I - un robot non può arrecare danno ad un essere unano, e non può permettere per omissione che un essere umano riceva un danno;
II - un robot deve obbedire agli ordini di un essere umano a meno che questi siano in contrasto con la prima legge;
III - un robot deve proteggere la propria esistenza, a meno che questo contrasti con la prima o la seconda legge.
Un costrutto logico e filosofico estremamente convincente e razionale, in apparenze semplice ma in grado di costruire situazioni romanzesche di incredibile complessità. Ma anche un insieme di regole così "giuste" da sembrare quasi naturali ed implicite, e valide anche per esseri umani di tipo particolarmente altruista.

Orbene, a riprova che le black box non obbediscono agli ordini dei proprietari ma piuttosto a quelli dei fabbricanti, 3LM ha riformulato le tre leggi valide per i robot in modo che siano valide per i cellulari, ma anche per tutti gli altri oggetti elettronici di consumo dotati di sufficiente "intelligenza" (cioè ormai quasi tutti). La nuova formulazione è quindi la seguente, sintetica ma estremamente rivelatrice:
I - un cellulare deve proteggere il proprietario da minacce esterne;
II - un cellulare deve proteggere la propria esistenza, integrità e funzionalità;
III - un cellulare deve obbedire agli ordini del suo proprietario.
La corrispondenza dei contenuti delle tre leggi della mobilità con quelli delle tre leggi della robotica è evidente, ma l'inversione della seconda con la terza legge è tanto rivelatrice quanto mirabilmente descrittiva della filosofia costruttiva della particolare classe di black box rappresentata dai cellulari Motorola dotati di sistema operativo Android, ed anche degli smartphone in generale.

Il cellulare prima "protegge" se stesso (ed i propri costruttori) e solo poi e forse obbedire agli ordini del proprietario, che crede di essere il padrone ma come Indiana Jones dovrebbe invece guardarsi dalla scimmietta che in realtà obbedisce ad un motociclista arabo e nazista. Certo, questo tipo di comportamento (ed anche altri) può considerarsi giustificato dalla necessità di proteggere le reti GSM che, essendo state concepite vent'anni or sono, non sono dotate di nessuna funzionalità di sicurezza che non possa essere facilmente aggirata dal più stupido dei virus per cellulari.

Ecco che metterci una pezza, privando i possessori dei cellulari dei loro diritti, sembra giustificato.

Ma non lo è: si tratta di una pezza, appunto, e non di una soluzione corretta, affidabile e resistente come quella di far evolvere le reti cellulari dotandole di intrinseche funzioni di sicurezza. Ma tant'è, costerebbe un monte di soldi e di lavoro, e siccome i consumatori di cellulari sono degli stupidi menefreghisti, si risparmia e si fa prima con la pezza, in barba appunto ai diritti dei consumatori ed alla priorità degli esseri umani.

Che dire? Neppure questa riprova vi basta? Non sentite i risolini che provengono dalla vostra tasca?

venerdì 25 febbraio 2011

stampanti biricchine?

per altri contenuti clicca quì http://www.youtube.com/formichina100


ebbene nooooo.........
abbiamo sperimentato che la stampante quando non stampa del colore giusto vuol dire che le cartuccie sono difettose .
avevo appena comprato in offerta delle cartucce per la stampante sia a colori che nera.
dopo poco che era stata installata e collaudata a iniziato a fare tutte le stampe con le scritte rosa, solo rosa, anche i colori solo rosa .
cambiate le cartucce è ritornato tutto a posto .
quindi i negozi che lo sanno, potrebbero vendere un pò a meno le cartucce di marca,
altrimenti una persona si fa due conti e compra quelle economiche che almeno se stampano male , costano poco...
anche i produttori di stampanti che consigliano di usare solo ricambi originali , io li manderei un attimino a fare in C......
e glielo dovevo proprio pubblicare questo , altrimenti non stavo bene...

martedì 22 febbraio 2011

dal web : "sesso stellare!"

ARIETE
Lei : non si stanca mai, insaziabile a
letto ha bisogno di qualcuno che la
soddisfi in tutto e per tutto.
Spregiudicata e appariscente, le piace
condurre il gioco in amore.
Lui: gli piace inseguire ed essere
inseguito. Gode di un'abbondante
energia sessuale, è un maratoneta del
sesso e gli piace arrivare subito al
dunque, dimenticandosi un po' dei
preliminari.
TORO
Lei : come una bambola, è bella e
femminile. A letto è una donna
selvaggia, istintiva e senza inibizioni. Le
piace mordicchiare ogni centimetro
del suo amante.
Lui: dotato di carica sensuale, ama
essere abbracciato e coccolato.
Preferisce non prendere decisioni a
letto, ma se guidato nel modo giusto
diventa inarrestabile.
GEMELLI
Lei : la lolita dei segni zodiacali. È
molto sexy, e non resiste alla
tentazione di esibirsi in camera da
letto, consapevole della sua carica
erotica. Le piacciono i giochi e le
posizioni dominanti.
Lui: molto versatile e seducente.
Prende il sesso come un gioco, gli
piace scherzare e variare molto
spesso. Ha un debole per le rosse
mentre impazzisce per tanga e tacchi
alti.
CANCRO
Lei : la classica cenerentola. Fa sentire
il suo uomo dotato di un grande e
forte spirito protettivo, perché in lui
vede il proprio salvatore. Insaziabile, le
piacciono i giochi di ruolo e le
posizioni più strane.
Lui: romantico e tenero, nel sesso
cerca protezione. Quando si sente
protetto e coccolato, sa meglio di
chiunque altro come soddisfare la
propria partner. E' attratto dalle donne
aggressive.
LEONE
Lei : lottatrice, fiera ed energica. A letto
cerca di dominare il proprio partner
giocando al gatto e al topo. Le
leoncine sono attratte da uomini come
lei, focosi e insaziabili.
Lui: l'uomo leone è un artista col
proprio ego: gli piace essere ammirato
e rispettato, consapevole della sua
carica sessuale. Appassionato e
carnale, ama essere graffiato sulla
schiena e assumere posizioni
dominanti.
VERGINE
Lei : tratta l'uomo come signore e
padrone, colui che le insegna i piaceri
del sesso. È un'ottima allieva capace di
imparare e dimostrare che ci sa fare.
Amante di candele, stivali di pelle e
giochi di ruolo, cerca nell'uomo un
esperto di preliminari, carezze e
massaggi.
Lui: è un perfezionista, ama la donna
pulita e ben curata, capace di
stimolare la sua intelligenza abbinata
all'esperienza sessuale. In questa
cerca un pizzico di dolore e un po' di
sano voyeurismo.
BILANCIA
Lei : attivista. Ama l'equilibrio a letto,
che trova in quelle posizioni che
soddisfano entrambi, preferendo dare
e avere allo stesso modo. Non ama il
parlar volgare e l'ansimare troppo
rumoroso.
Lui: romantico, fa di tutto per
compiacere i desideri della propria
partner. Non pretende particolari
capacità, ma nella donna cerca
sempre classe ed eleganza. Gli
piacciono i massaggi a letto, lasciando
che sia lei a condurre il gioco.
SCORPIONE
Lei : imperscrutabile, col suo fascino
porta l'uomo verso la follia. Il sesso
per lei è slegato dalla morale, e le
piace provare sensazioni intense e
forti, premiando il partner che la
soddisfa. Prova di tutto e preferisce
qualsiasi altro posto al letto. Femme
fatale.
Lui: intenso, cerca esperienze forti e
travolgenti. Dà anima e corpo per
cercare di soddisfare al meglio la
propria amante. Eccitato da fantasie
sessuali selvagge e sadomaso.
SAGITTARIO
Lei : ama sperimentare e fare l'amore
soprattutto in piedi. Passionale e
amante degli specchi, è alla continua
ricerca dell'uomo ideale.
Lui: avventuroso, vuole esplorare
insieme alla propria amante ogni
singolo aspetto che si cela tra le
lenzuola. Disinibito e impulsivo, cerca
un'intesa spirituale che vada oltre
quella corporea.
CAPRICORNO
Lei : pensatrice, normalmente cauta,
prima di buttarsi in una relazione ci
pensa più di una volta. Le piace
sedurre e i giochi sessuali proibiti,
come il rapporto tra insegnante e
allieva.
Lui: ambizioso, vuole controllare ogni
singolo dettaglio nel sesso. Dà molta
importanza alle regole e gli piacciono
le donne facili alla sottomissione. Ama
giochi di ruolo, corsetti, e stare
semplicemente a guardare.
ACQUARIO
Lei : passionale, la spontaneità la
eccita, il suo sogno è di essere
"presa" senza preavviso. Odia la
routine e considera il sesso legato
esclusivamente al piacere fisico. Il
sesso per lei è da vivere liberamente e
senza troppe complicazioni.
Lui: vivere una relazione per lui non
vuol dire perdere la propria libertà e
individualità. A letto può essere un po'
eccentrico, e gli piace sperimentare.
PESCI
Lei : usa il sesso come mezzo per
raggiungere i propri scopi. Le piace il
sesso delicato e giocoso, ed il parlare
"sporco".
Lui: è l'amante sensibile che
nell'amore cerca una fusione
completa, l'unione intima tra i corpi.
Mai come per questo segno vale il
detto "due anime che diventano una".

Plum-cake agrumi e mandorla

La ricetta è uguale al dolceagrumo ( già nel blog) ma con un uovo in più , mandorle grattugiate e una fialetta di aroma alla mandorla .
buonissimo!

lunedì 21 febbraio 2011

domenica 20 febbraio 2011

Grattugie elettriche ricaricabili


Oggi vorrei parlare della grande invenzione delle grattugie elettriche ricaricabili.
Punti a favore:
1-servono per non grattugiarsi le dita.
2-servire a tavola il formaggio fresco.
Punti a sfavore:
1-hanno una ricarica di circa 7 ore per 15 minuti di grattugiamento.
2-la pasta ti diventa fredda prima che tu l'abbia grattato.
3- se devi fare le lasagne che richiedono parecchio formaggio , ci devi pensare 1 giorno prima perché se in 15 minuti ti gratta metá di quello che ti serve ..... Ci vogliono altre 7 ore prima che puoi grattare l'altra metá .
4- la pulizia: togli la grattugia , lavala, togli il pezzo e lavalo , ma soprattutto togli le pile prima di fare la pulizia , altrimenti ti gratti le dita. Poi rimonti il tutto.

Conclusione:
Le grattugie elettriche ricaricabili servono solo a farti venire i nervi quel tanto che basta per avere l'energia e il ritmo giusto per grattugiare manualmente il formaggio.
:-)

sabato 19 febbraio 2011

dal web: " la musica"

La musica in cinque categorie.
Analizzando le preferenze musicali di
oltre 2.000 individui e utilizzando una
metodologia statistica priva di ipotesi
a priori, il gruppo di ricerca guidato
da Rentfrow ha raggruppato ben
ventitré generi musicali in cinque
fattori base. In questo modo, gli
studiosi hanno creato un modello
chiamato MUSIC, dalle iniziali delle
principali caratteristiche di ogni
dimensione sonora:
"Mellow" (melodiosa),
"Unpretetious" (senza pretese),
"Sophisticated" (sofisticata),
"Intense" (intensa) e
"Contemporary" (contemporanea). Per
ogni dimensione hanno poi chiesto ai
volontari di indicare gli attributi
dominanti (come ritmo, timbro e tipi di
sonorità) e di collegare un tratto
psicologico percepito come
intimamente connesso.
1. Tutta questione di melodia.
Secondo lo schema MUSIC, il primo
fattore (non in termini di importanza,
bensì da un punto di vista prettamente
lessicale) è la melodia (dall'inglese
"Mellow"). In questa famiglia sono
racchiusi il pop, il rock leggero, la
musica soul e l'R&B. Le canzoni che vi
fanno parte sono descritte come lente,
calme e prive di distorsioni.
Psicologicamente gli autori dello
studio legano a questi generi le
persone romantiche, quelle che
vedono la musica come un mezzo per
rilassarsi o che portano con sé un
velo di tristezza.
2. La musica senza secondi fini. La
seconda dimensione è occupata dalla
musica "senza pretese" (da
Unpretentious). In base ai dati, fanno
parte di questo gruppo tutta la musica
country, il bluegrass e in parte il Rock-
n-Roll. In quanto a emozioni, sempre
secondo i ricercatori, questa
categoria viene percepita come
rilassante, non complicata e non
aggressiva. Uno studio precedente
condotto dell'Università di Edimburgo
aveva indicato come questi generi
musicali siano associati in maniera più
marcata a una delle "big five" della
personalità: la coscienziosità.
3. Per le orecchie più complesse. A
rappresentare la S è la musica
"sofisticata" ("Sophisticated"). I brani
che ne fanno parte quasi mai
prevedono un cantante, ma solo
sonorità non elettriche e prive di
percussioni. I generi che vi
appartengono - va da sé - sono la
musica classica e la sinfonica, così
come il jazz old style e la musica
celtica. Chi ascolta questa melodie è
soprattutto alla ricerca di ispirazione e
spiritualità, ma possiede anche buone
abilità nei compiti sociali e soprattutto
è dotato di un'elevata apertura
mentale, un'altra delle big five.
4. In cerca di emozioni forti. In
base all'analisi degli studiosi di
Cambridge, le canzoni rock, punk,
heavy metal e power pop fanno parte
della categoria definita "Intense":
ovvero la musica intensa, spesso
distorta, elettrica e dai ritmi forti.
Secondo gli autori, gli attributi
psicologici di chi preferisce questo
tipo di sonorità sono l'aggressività e
un certo grado di ostilità nei confronti
dell'ambiente circostante.
Prevedibilmente, gli amanti della
dimensione "intensa" non sono in
cerca né di relax, né di romanticismo,
ma piuttosto di quella carica
energetica che consente di affrontare
al meglio le sfide con se stessi e con
gli altri.
5. Le sonorità nuove. La quinta
dimensione musicale, chiamata
"Contemporary", contiene al suo
interno generi alquanto diversi: dal rap
all'elettronica, dalla musica
latinoamericana all'acid jazz. I tratti
distintivi di questa famiglia sono le
percussioni e le sonorità elettroniche,
mentre le persone che la preferiscono,
di solito, traggono dai ritmi veloci uno
stato di felicità e possiedono una
buona apertura mentale.
Malgrado la sua robustezza, tuttavia, è
bene precisare che il modello MUSIC
non pretende di incasellare tutti i
generi musicali e le preferenze di ogni
individuo. Come sottolineano gli
autori, infatti, per ora si tratta solo di
una "road map" della psicologia dei
gusti musicali, uno strumento da
tenere presente quando proviamo a
immaginare cosa sta frullando nella
testa di una persona semplicemente
sbirciando la playlist del suo mp3.

Sorrisi in padella

Il grigio colore della padella
sorrise all'olio
che gli versò ella
da quel momento nacque una lunga unione
insieme ne fecero di ogni colore!
:-)

venerdì 18 febbraio 2011

Risotto al pesto di rucola

Fare il pesto (già presente nel blog)
metterlo nella pentola e aggiungere il riso , far cuocere per circa 15 minuti e cospargere di parmigiano .
servire con vino bianco!
:-)

giovedì 17 febbraio 2011

Scalda-piedi-economici

Questi semplici scalda-piedi sono stati fatti con l'avanzo di lana.
circa 1 gomitolo e mezzo.
tutto su diritto poi dividere il lavoro a metà in punta, diminuire di 1 per parte per fare la punta!
:-) simpatici e caldi ! Perché di lana non si trovano più al giorno d'oggi!

martedì 15 febbraio 2011

Praline al cocco

Sono veloci e buon effetto e anche buone, queste Praline al cocco .
serve ricotta, zucchero a velo e polvere di cocco in parti uguali si amalgama il tutto e si impana nelle scaglie di cioccolato o nel cacao in polvere poi si mettono in frigo. *lo zucchero può diminuire o aumentare a seconda dei gusti ,per farne un vassoio da 700 grammi serve : 2,5 etti di ricotta , 2,5 etti di cocco , 1,5 etti di zucchero a velo , una tavoletta scarsa di cacao amaro grattugiata .

domenica 13 febbraio 2011

Maglia a punto tunisi-effetto carte da gioco-stile guru

Per fare questa maglia ci vogliono circa 18 gomitoli di lana ,12 blu e 6 bianchi .
A punto tunisi a rovescio con l'uncinetto 4,5 , le basi di 80 maglie , il cappuccio di 100 e le maniche di 80 come le basi poi naturalmente ci sono i cali nello scollo maniche e del girocollo .
il cappuccio ha delle diminuzioni dopo una spanna di lavorazione dritta delle 100 maglie per circa 12 giri e poi altri dodici dritti.
i ricami sono fatti con catenelle cucite a disegni a piacere.
per chi vuole di più

mercoledì 9 febbraio 2011

dal web : i lavori del futuro

Quali saranno i lavori del futuro? Quali
nuove professioni vedranno la luce grazie
al continuo progresso della scienza e
della tecnologia? Quali occupazioni
emergenti si affermeranno? Tentare di
rispondere a domande del genere può
essere utile per capire meglio l'evoluzione
del mercato del lavoro e intercettare in
anticipo le nuove opportunità.
Uno studio realizzato dall'istituto di
ricerca FastFuture per conto del
governo britannico ha individuato,
attraverso le previsioni di illustri
scienziati, le 20 nuove professioni che
nasceranno o si svilupperanno entro
il 2030 . Naturalmente, non si può
affermare con certezza che le cose
andranno così ma le probabilità,
assicurano gli esperti, sono molto alte.
Un motivo in più per approfondire e,
perché no, trovare ispirazione per le
prossime scelte in ambito lavorativo.
Ecco la lista dei lavori del futuro.
Costruttore di parti del corpo
I progressi della scienza renderanno
possibile la creazione di parti del corpo.
Così, nasceranno anche delle figure
professionali che dovranno occuparsi di
questo: i costruttori di parti del corpo.
Accanto a questi novelli Frankestein, il
business del futuro darà origine a due
nuove ulteriori occupazioni. Dal momento
che nasceranno anche i negozi e i centri
di riparazione ci sarà bisogno di venditori
specializzati e di riparatori di parti del
corpo.
Nanomedico
Le nanotecnologie fanno passi da gigante
e in futuro potranno dare vita a una
serie di strumenti in "nanoscala"
subatomica, inserti e processi in grado di
rivoluzionare le cure mediche e
l'assistenza sanitaria. Per somministrare
questi nuovi trattamenti nasceranno
nuovi specialisti della nanomedicina.
"Pharmer", agricoltore/allevatore
genetista
Gli agricoltori del futuro potranno
operare su colture e pascoli modificati
geneticamente per migliorare i raccolti e
produrre proteine a scopo terapeutico.
Nello spettro delle possibilità ci sono i
pomodori che contengono vaccini al loro
interno e il latte di mucca, pecora e
capra con proprietà curative.
Manager/consulenti della terza età
Saranno gli specialisti che si
occuperanno di aiutare la popolazione che
invecchia a gestire le loro esigenze
personali e di salute. Il loro compito sarà
quello di mettere a punto soluzioni
innovative in campo medico,
farmaceutico, psichiatrico, protesico, e
di trovare nuove proposte per
l'alimentazione e per il fitness.
Chirurgo per l'aumento della memoria
Ci potranno essere chirurghi in grado di
aggiungere una capacità mnemonica
supplementare a chi vuole aumentare la
propria memoria. Un loro ulteriore
compito sarà quello di aiutare le persone
che potrebbero soffrire di disfunzioni
sensoriali per il fatto di aver ricevuto nel
corso della loro vita un sovraccarico
informativo che porta all'incapacità di
apprendere altre informazioni.
Etico della "nuova scienza"
E' possibile che di fronte ai continui
progressi della scienza in ambiti
emergenti come la clonazione, la
proteomica, le nanotecnologie sarà
necessaria una nuova generazione di
filosofi specialisti di etica. Questi
pensatori dovranno essere in grado di
comprendere a fondo le questioni
scientifiche e di aiutare la società a fare
scelte importanti e delicate in merito
agli sviluppi da incoraggiare e quelli da
ostacolare.
Pilota spaziale, guida turistica dello
spazio, architetto per pianeti
Con l'avvento del turismo spaziale ci sarà
bisogno di piloti specializzati nei viaggi
spaziali, di guide turistiche "galattiche" e
di architetti che progettino soluzioni
abitative per lo spazio e per i pianeti. Al
momento alla Sicsa (Università di
Houston) già si stanno progettando
avamposti lunari, case ecologiche per
Marte e veicoli per l'esplorazione dello
spazio.
Agricoltore verticale
C'è un interesse sempre maggiore per
l'idea delle fattorie urbane verticali, i
luoghi in cui è possibile produrre cibi da
coltivazioni idroponiche all'interno di
edifici a più piani. Queste strutture
danno la possibilità di aumentare in modo
significativo i raccolti e di ridurre il
degrado ambientale. Per gestire queste
fattorie verticali ci sarà bisogno di
agricoltori specializzati in possesso di
competenze scientifiche, ingegneristiche
e commerciali.
Specialista per la riduzione degli
effetti dei cambiamenti climatici
Dal momento che l'impatto negativo dei
cambiamenti climatici continua a
crescere, in un futuro neanche troppo
lontano sarà necessario un nuovo tipo di
ingegnere-scienziato capace di agire per
ridurre o addirittura invertire gli effetti
di questi mutamenti in zone e località
particolari. Il loro compito sarà quello di
applicare soluzioni multidisciplinari che
spaziano dal riempimento degli oceani con
limature di ferro alla costruzione di
giganteschi ombrelli per la deviazione dei
raggi solari.
Guardiano dei periodi di quarantena
Nel caso in cui un virus mortale cominci
a diffondersi rapidamente saranno pochi i
Paesi e le popolazioni preparate a
fronteggiare l'epidemia. Probabilmente ci
sarà carenza di infermieri. E quando il
tasso di mortalità crescerà e alcuni
quartieri delle città verranno messi in
quarantena e resi inaccessibili, ci sarà
chi dovrà occuparsi di fare la guardia ed
evitare che nessuno entri o esca dai
cancelli.
Agente di polizia contro i tentativi
di modifica dei fenomeni atmosferici
La pratica di "seminare" nuvole per creare
la pioggia sta già accadendo in alcune
parti del mondo e sta alterando
l'andamento dei fenomeni atmosferici a
distanza di migliaia di chilometri. Potrà
nascere un corpo di polizia contro i
tentativi illeciti di modifica dei fenomeni
atmosferici che avrà il compito di
controllare e monitorare le persone
abilitate a sparare nell'aria razzi
contenenti ioduro d'argento, la sostanza
in grado di provocare precipitazioni
piovose dalle nuvole in transito.
Avvocato virtuale
La nostra vita quotidiana si svolge
sempre di più online. Ecco perché ci sarà
una forte richiesta di specialisti chiamati
a risolvere le controversie legali che
potrebbero insorgere tra cittadini
residenti in giurisdizioni legali differenti.
Manager di avatar per
l'insegnamento
E' possibile che nelle scuole elementari
verranno utilizzati degli avatar come
insegnanti virtuali per aiutare o
sostituire gli insegnanti reali. Per
esempio, potranno nascere dei
personaggi computerizzati con il ruolo di
guide interattive. Servirà quindi una
figura professionale capace di gestire e
indirizzare in modo corretto il rapporto
tra gli studenti e gli insegnanti/avatar.
Sviluppatore di mezzi di trasporto
alternativi
In futuro ci saranno sempre più
progettisti e costruttori che creeranno
mezzi di trasporto di nuova generazione
utilizzando materiali e carburanti
alternativi. Secondo previsioni un po' più
azzardate, entro i prossimi vent'anni
potrebbero diventare realtà anche le
automobili volanti e quelle sottomarine.
"Narrowcaster"
I mass media generalisti (broadcasting
media) tendono sempre di più a produrre
e diffondere contenuti personalizzati
(narrowcasting), emergeranno sempre
più opportunità di lavoro per i
"narrowcaster", gli specialisti che
lavoreranno in sinergia con fornitori di
contenuti e agenzie pubblicitarie per
creare prodotti audiovisivi ritagliati su
misura in base alle esigenze specifiche
del pubblico.
Responsabile per lo smaltimento dei
dati personali
Ci sarà sempre più richiesta di specialisti
che forniscano alle persone che non
voglio essere rintracciate un servizio
efficace di smaltimento ed eliminazione
dei dati personali presenti nei vari
database, elettronici o fisici.
Responsabile della gestione e
dell'organizzazione della vita digitale
Vedremo nascere esperti che avranno il
compito di aiutarci a organizzare la
nostra "vita digitale". Su richiesta,
questi "manager dell'ordine elettronico"
si occuperanno di gestire le nostre email,
assicurando un'archiviazione efficace dei
dati, e di sistematizzare e razionalizzare
le nostre identità digitali (username e
password) e il modo in cui utilizziamo i
software e le applicazioni.
Broker del tempo
Se si pensa alle esperienze delle banche
del tempo, si può affermare che già oggi
il tempo a disposizione delle persone è
utilizzato in alcuni casi come sistema
alternativo di pagamento. Questa
"moneta alternativa" potrà dare luogo a
un vero e proprio mercato "finanziario"
del tempo, in cui agiranno broker e
agenti di cambio specializzati.
Assistente sociale per social
network
E' probabile che in futuro ci saranno
assistenti sociali specializzati che
avranno il compito di aiutare le persone
traumatizzate o marginalizzate dai social
network.
"Personal brander"
Sarà il consulente che ci aiuterà a
creare un nostro marchio, un "personal
brand", attraverso i social media e altri
mezzi di comunicazione di massa. Il
"personal brander" si occuperà di definire
insieme a noi che tipo di identità e
personalità vogliamo trasmettere su
Facebook, Twitter, blog e così via.

Polpette di carciofo

INGREDIENTI:
3 carciofi precedentemente fatti bollire e sminuzzati
basilico
prezzemolo
uovo
Sale
parmigiano
1 mozzarella
200 gr. Di carne Trita
aglio
pan Grattato
olio per la Teglia.
PREPARAZIONE:
unire tutti gli ingredienti e formare delle palle e infornare a 180 gradi per 30 minuti.

Risotto con peperonata

Con avanzo di peperonata si può fare un buon risotto e così non si butta via niente!
La peperonata è facile e veloce da fare perché basta far cuocere in umido i peperoni con un pò d'acciughe , aglio, olio, peperoncino, un pizzico di sale e un bicchiere d'acqua.
poi si aggiunge il riso alla peperonata e si fa cuocere insieme, si aggiusta di sale ,  se serve si aggiunge acqua e si lascia il tutto cuocere per il tempo del riso e poi si serve caldo come qualsiasi primo piatto .
buonissimo e gustoso ...

martedì 8 febbraio 2011

Pasta con sugo ai funghi

Per fare questo sugo bastano pochi ingredienti:
sale olio prezzemolo funghi surgelati di ottima qualità del peperoncino dei pomodorini e un pò d'aglio .
soffrigere il tutto per circa 10 minuti e condire la pasta.

lunedì 7 febbraio 2011

Detto sulla " VITA "

La vita é come una torta
Che sia lunga o che sia corta
Ma se non la si digerisce
Va a finire che ti sfinisce
Fa attenzione a non strafare
Altrimenti ti fa cagare!
:-)

domenica 6 febbraio 2011

Berretto fai da te

Se siete già un pò allenati a fare maglia con qualche istruzione (che si può trovare in qualsiasi libro di maglia) si può ricamare e ottenere così un berretto degno della moda Cool del momento!
serve circa un gomitolo e mezzo e si parte con circa 80 maglie (a secondo della testa )se si vuole fare in un pezzo unico altrimenti 40 e 40 e si va su dritti poi si cala tipo esagono e si chiude.
già fatto e pure indossato!
:-)

sabato 5 febbraio 2011

Indovinello

Sapete qual'é lo sport preferito da GALEAZZI ?
......il " MANGY-GIAMPY "
:-) :-) :-)

venerdì 4 febbraio 2011

dal web:" La e-mail"




Scopri chi ha mandato il primo
messaggio di posta elettronica, da
dove arriva il termine spam e tante
altre curiosità sull'applicazione internet
più usata nel mondo. (Focus.it, 28
gennaio 2010)
Secondo la rivista online Email
Marketing Reports ogni giorno nel
mondo vengono inviate 247 miliardi di
e-mail, in pratica una ogni
0,00000035 secondi. Nel tempo che
avete impiegato a leggere questa
frase, 20 milioni di e-mail sono entrate
in Rete. Impressionante.
Nata nel 1990, l'e-mail ha cambiato in
modo più o meno profondo la nostra
vita. Ma sapete chi l'ha inventata? E
cosa c'era scritto sul primo messaggio
inviato nella storia? E cosa significa
veramente "spam"? Ve lo raccontiamo
qui.
1) Chi ha mandato il primo messaggio
di posta elettronica della storia?
Il primo messaggio e-mail della storia
è stato spedito da Ray Tomlinson, un
ricercatore del MIT che stava
lavorando sul progetto ARPANET,
evoluto poi nell'Internet attuale.
Nonostante fosse molto impegnato,
trovò il tempo per lavorare sull'e-mail
perché gli sembrava un'idea
interessante.
Il primo messaggio fu scambiato tra
due computer situati uno accanto
all'altro. Tomlinson non ricorda il testo,
ma era qualcosa del tipo "test",
"1234" o "QWERTYUIOP", la prima
riga di lettere della tastiera.
2) Da dove arriva il termine "spam"?
Secondo la teoria più accreditata, la
parola "spam" ha origine da questa
scenetta dei Monty Python, un celebre
gruppo comico inglese che si è esibito
dal 1969 al 1983.
Nello sketch la parola "spam", strillata
dalla protagonista Vikings, sommerge
ogni conversazione possibile, proprio
come lo spam inonda le nostre caselle
di posta.
Il termine sembra essere nato nel
mondo virtuale di MUD, un gioco di
ruolo testuale che si giocava sulle
prime reti di computer negli anni 80:
con la parola "spam" veniva indicato
qualunque tipo di comportamento
scorretto o proibito all'interno del
gioco.
3) Qual è la password per l'e-mail più
usata?
Sembra incredibile, ma la password più
usata per proteggere il proprio account
di posta elettronica è "123456". Il
sorprendente dato viene dall'analisi
delle 10.000 password di Hotmail che
nel 2009 vennero pubblicate online da
un gruppo di hacker.
Ma come si crea una password sicura?
Secondo gli esperti deve essere lunga
almeno 8 caratteri, contenere numeri,
lettere e simboli (possibilmente non
adiacenti sulla tastiera), non contenere
informazioni personali come la data di
nascita e non deve essere uguale alla
login. "Pippo" o "Alberto" non sono
password robuste, molto meglio
qualcosa del tipo Qb9$2Tx!
4) Come si indica il simbolo @ in
codice Morse?
Il codice Morse, fino al 2004, non
prevedeva il simbolo @. È stato
inserito sulla scorta della crescente
diffusione dell'e-mail con questa
sequenza: •- - •-
La stringa combina i codici Morse di A
e C ed è nota come "commat",
abbreviazione di "commercial at".
5) E-mail è maschile o femminile? E
si scrive e-mail, email o eMail?
Dipende a chi lo chiedete. Il "Dizionario
della Lingua Italiana" di Sabatini e
Coletti (Rizzoli-Larousse) indica "e-
mail" come sostantivo invariabile
maschile. In realtà è l'abbreviazione di
"electronic mail", cioè "posta
elettronica" e ciò fa supporre che
potrebbe essere anche femminile.
Sarà l'uso nel tempo a dare una
categoria grammaticale vincente sulle
due.
Lo stesso per la scrittura: la forma e-
mail, con il trattino, sembra la più
corretta oltre che la più diffusa.
6) Come si chiama il simbolo @ nei
diversi paesi?
In Italia è la chiocciola, in inglese si
dice at.
In Olandese è apestaart - coda di
scimmia.
In Svedese è snabel-a - "A" con la
proboscide.
In altre lingue è la coda del topo, il
gatto che dorme, l'ochetta, il cane, il
vermetto.
7) Quando è stato mandata la prima
e-mail dallo spazio?
Risale al 1991 e fu mandata
dall'equipaggio della missione STS-43
che si trovava a bordo dello Shuttle
Atlantis. Il messaggio recitava
"Buongiorno Terra! Un saluto
dall'equipaggio della STS-43. Questa è
la prima email dallo spazio. Ci stiamo
divertendo e vorremmo che foste qui…
Torneremo." La chiusura del
messaggio è un omaggio ad Arnold
Schwarzenegger: l'espressione
"tornerò", in inglese "I'll be back", è
presente, con qualche variante (I'm
back, I might be back) , in quasi tutti i
film dell'attore austriaco .

Filastrocca:"S. VALENTINO"

Gli innamorati ,
i poeti più imbarazzati ,
non sanno spiegare ciò che hanno nella testa
di quell'immortale sentimento che si manifesta.
festeggiano ignari su ciò che gli accade
perché prima o poi tutto cade.
allora bisogna darsi da fare , bruciare il momento , prima dello sgomento.
musiche e doni
per noi creduloni!
per san valentino doniamo il nostro cuore ma senza riprenderlo perché sennò non è amore!
:-+

giovedì 3 febbraio 2011

Trifolatevi col vitello

INGREDIENTI:
300 gr. Di funghi surgelati di buona qualità
500 gr. Di vitello
1 bicchiere di vino bianco
olio
aglio
prezzemolo
peperoncino
alloro
Timo
chiodi di garofano e sale
PREPARAZIONE:
tagliate il vitello a fette spesse , fate soffrigere i funghi con aglio olio prezzemolo e peperoncino aggiungete il vino poi la carne il resto dei gusti e il sale e fate cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso .
servire con un bel piatto di polenta e vino rosso.
squisito! clicca quì

Dal web: erba di s.giovanni

L'hypericum perforatum, popolarmente conosciuto come Erba di San Giovanni o Iperico, e' una pianta nota fin dall'antichita' e il cui millenario utilizzo affonda le radici nelle pratiche salutistiche di greci e romani che lo usavano come diuretico, antimalarico, cicatrizzante, lenitivo, contro la sciatica e le fratture e per regolarizzare il flusso mestruale. Nel Medioevo invece era considerato un utile rimedio per ansia, disturbi del sonno e contro la malinconia.
Numerosi studi scientifici confermano che l'estratto di Iperico ha importanti proprieta' di regolazione del tono dell'umore e che se assunto quotidianamente puo' essere molto efficace nell'alleviare i piu' comuni sintomi fisici e comportamentali associati alla sindrome premestruale. Controindicazioni? Parrebbe non essercene. L'Olio di iperico, poi, un oleolita prodotto macerando al sole la pianta nell'olio di oliva per 6-7 giorni si e' dimostrato efficace per la cura e la pulizia di ferite, eritemi, e bruciature.

mercoledì 2 febbraio 2011

Torta di compleanno

Per il pan di spagna gli ingredienti sono specificati nella foto , per la preparazione bisogna:
montare separatamente il bianco e il rosso delle uova ( per farle gonfiare bene basta un cucchiaio di acqua calda mentre si montano i rossi).
i tuorli con lo zucchero e il sale e unire poco a poco la farina con il lievito poi unire gli albumi delicatamente dal basso verso l'alto per non smontarli e poi il composto infornarlo a 180 gradi per circa 20 -25 minuti
per la crema pasticcera da mettere come farcitura la ricetta è già nel blog vedi anche quì , per la panna prendere le buste già pronte e per gli choux la ricetta è già nel blog.
Per le varie scaglie di cioccolata e mandorla si trovano già pronte oppure si possono fare.
buonissima! clicca quì e quì  e quì i bisù( video)

martedì 1 febbraio 2011

Dal web:"Tutto muscoli ma a volte anche il cervello".

Tutto muscoli e niente cervello, dice il noto proverbio. E invece pare di no... Secondo studi giapponesi ed americani infatti si puo' sognare un lui muscoloso, magari abbronzato e anche sveglio. Incredibile, e come e' possibile? Gli esercizi aerobici provocano un picco vertiginoso nel movimento di sangue al cervello, il quale a sua volta si ritiene sia cruciale per la creazione di nuove cellule cerebrali (neurogenesi). Ed e' ormai assodato che la corsa ed altre forme di allenamento aerobico portano allo stesso processo in quelle parti del cervello associate con la memoria ed il pensiero, migliorandole quindi in chi si allena. Altri studi piu' recenti hanno scoperto che anche il training di resistenza porta ad un miglioramento delle funzioni cognitive e cio' perche' migliora il flusso di sangue al cervello che e' notoriamente associato alle funzioni cognitive. A cio' va aggiunto che almeno inizialmente l'allenamento di resistenza richiede un ampio 'sforzo di testa', perche' impone di imparare la tecnica ed il modo in cui eseguirla nel modo corretto. Il sunto parrebbe che il cervello beneficia dall'essere coinvolto direttametne nell'attivita' fisica e l'esercizio di resistenza richiede e genera lavoro per il cervello.