Cerca nel blog

giovedì 1 marzo 2012

Dal vocale al verbale

Siamo in troppi a non sapere

Ciò che dare è avere .

Ci si offende facilmente 

Dando gratuitamente dell'insolente ,

Disprezzando un'innocente.

Sono troppi i comportamenti di quell'individuo altolocato ,

Che un dì potrebbe trovarsi sul ciglio del manto asfaltato .

Di buon cuore vorrei dire 

Ma mi sfugge ora il mandarli a m....e .

Forse colpa della fretta 

Ci si scusa con delicatezza 

Ma è un gufare da civetta.

Mi dispiace dell'affronto ,

Ma sa ...lei pare che non sappia dialogare...

Or su dunque torniamo indietro 

è da quando nacque il mondo 

Che la mettiamo nel di dietro.

Sono un po' rammaricato 

Di questo mondo scalcinato ! 

Sevirebbe usar un po' più la correttezza ,

Da sposar con codesta gentilezza,

Che non è altro che una qualità

Di chi agisce con onestà.

L'arroganza invece è così palese 

da mostrar la parte ostile del nostro paese.

Non son io certo a dover mostrare 

Da dove cominciare,

Ma un dotto un dì mi disse 

Che chi non vuol avere risse 

L'italiano deve imparare ..

Il vocabolo mi presi e da lì uscì la tesi .

 

 

 

 

 



Inviato da Samsung Mobile

Posta un commento