Cerca nel blog

venerdì 31 maggio 2013

Vita notturna- alti e bassi - sport notturni

I rumori prendono vita
nella notte fonda
L'immaginazione è in differita.
Nel paesello c'è la mucca con il suo campanello.
La zanzara che ti suona la fanfara .
Dal giovane all'anziano l'insonnia prende la mano.
Pure in città  t'immagini quel rumore del sederone del vicino che sedendosi sembra tirare giù il plafone .
Spostamenti irrequieti ma i traslochi son più cheti .
Poi quel tacco che risuona come un attacco , o quello da scarafaggio così pesante che pare na ruota de formaggio rotolante.
In estate quella moto che a tutto gas sfreccia in loco e ripassa ...che il rumore non sia poco.
Quando non basta ci sta pure la  natura con un temporale a dismisura .
Poi parte l'antifurto che ti suona come un insulto.
Ma per dio, la notte è fatta per il riposo , il rispetto è doveroso! 
Ci vorrebbe un interruttore per spegnere il rumore
Ma mi devo accontentare di un tappo che non fa che rimbombare .....pure il mio russare!
♥♡:D

mercoledì 29 maggio 2013

torta salata tipo ligure ma con uno strato solo e senza lieviti

videoricetta 

ingredienti:

150 gr. di farina 
70-80ml di acqua 
1-2 pizzichi di sale 

1 cucchiaio di olio extra 

mettere in una ciotola la farina ,il sale, l'acqua, l'olio extra.

impastare fino ad ottenere un impasto bello morbido e solido.
dividerlo in due parti, una più grande e una più piccola , stenderlo con il mattarello fino a che sarà sottile sottile così rimarrà friabile e croccante .
prendere una teglia da pizza e oliarla e stenderci lo strato di pasta più grande , riempire con spinaci e formaggi e chiudere con l'altro strato di pasta  , piegando il bordo all'interno . 
spennellare di olio la superficie e infornare in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti .
servire calda o tiepida ... buonissima e veloce da preparare ...
vedi anche piadine o   
girelle ai salumi sofficini leggerissimi ecc.


Dal web - il naso che sanguina

naso sanguina di frequente da una sola narice per volta Capillari nasali deboli Circa il 25% della popolazione italiana presenta dei capillari nasali eccessivamente deboli. Questa condizione porta a frequenti episodi di epistassi (sangue dal naso), anche nell'ordine di uno o più casi al giorno. Quando un bambino perde sangue dal naso in maniera cronica occorre prenotare una visita specialistica in otorino-laringoiatria pediatrica. Tramite una speciale sonda luminosa, il medico controllerà le dimensioni e le ramificazioni dei capillari nasali che sono situati nella parte anteriore del naso. Sindrome di Osler Una delle principali cause della presenza di capillari nasali deboli è la Sindrome di Osler. Si tratta di una malattia ereditaria che provoca una anormale dilatazione dei capillari, favorendone la rottura frequente. Come prevenire l'epistassi da capillari deboli ,Nella maggioranza dei casi di epistassi da capillari deboli occorre insegnare al bambino a non mettere mai le dita nel naso ed, in caso di malattia da raffreddamento ed allergia, mantenere la cavità nasale sempre umida attraverso l'utilizzo di soluzione fisiologica ed acqua ossigenata. Occorre cercare di umidificare correttamente la cameretta durante l'inverno ed evitare una eccessiva esposizione al sole durante i mesi estivi (il calore dilata ulteriormente i capillari). Per i bambini affetti invece da Sindrome di Osler occorre procedere con un piccolo intervento eseguito con la tecnica laser per rinforzare la pareti dei capillari. Solitamente si attende l'adolescenza per effettuare l'operazione e fino a quel momento il bambino dovrà imparare a prendersi molta cura del naso, per ridurre al minimo i sanguinamenti. Oltre al sanguinamento compaiono nausea e vomito ,Se il sanguinamento del naso è accompagnato da nausea e vomito significa che il sangue non si limita ad uscire dalla cavità nasale ma scende anche nello stomaco attraverso la gola. E' il segnale che il sanguinamento è importante ed occorre chiamare immediatamente il pediatra o, nel caso in cui non fosse possibile, recarsi al pronto soccorso per gli accertamenti del caso. L'emorragia nasale dura più di 5 minuti Di norma l'epistassi nei bambini ha una durata che varia dai 2 ai 5 minuti, anche nei casi in cui il sanguinamento è più abbondante. Se però, trascorso questo tempo, il sangue non si ferma nonostante i tentativi di arrestarlo occorre contattare il pediatra o recarsi al pronto soccorso dove sapranno fermare l'emorragia con un medicinale vasocostrittore specifico. L'emorragia nasale avviene per un trauma fisico I bambini sanno essere molto irruenti durante il gioco. E' quindi abbastanza normale che il naso possa sanguinare in seguito ad una botta o ad una caduta. Anche in questo caso però occorre osservare bene il bambino per verificare che non abbia subito un leggero trauma cranico. Se il sangue che fuoriesce dal naso ha un colore ed una consistenza diversi dal normale occorre chiamare immediatamente una ambulanza perché potrebbe contenere tracce di liquido cerebro-spinale (segnale di una frattura cranica). Epistassi e temperatura corporea (superiore a 38°C) Se dopo l'inizio del sanguinamento la temperatura del bambino si alza velocemente occorre chiamare il pediatra. Potrebbe trattarsi di una infezione delle vie respiratorie che necessita una cura antibiotica immediata. Se invece la febbre è pre-esistente e di recente il bambino od un suo familiare ha fatto un viaggio in un paese esotico o africano potrebbe trattarsi di una malattia infettiva a carattere emorragico. Emorragia da entrambe le cavità nasali Il segnale che deve destare maggiore preoccupazione in un genitore è il sanguinamento simultaneo da entrambe le cavità nasali. In questo caso non sono i capillari ad aver ceduto, il sangue potrebbe provenire dai polmoni o dalla gola. Sono diverse le malattie che si manifestano attraverso l'epistassi frequente: Malattie circolatorie: i vasi sanguigni sono indeboliti e si rompono con facilità. Malattie cardiache: in questo caso spesso il sanguinamento di accompagna a mal di testa. Problemi alla circolazione: altri sintomi possono essere la comparsa di lividi nel resto del corpo e la tendenza ad avere mani e piedi freddi. Pressione alta: vertigini, giramenti di testa e tachicardia sono gli altri sintomi principali di un disturbo della pressione. Emofilia: oltre al naso, tendono a sanguinare in maniera inarrestabile anche le gengive e le lesioni della pelle (graffi, tagli etc.). Nei casi più gravi, il sanguinamento del naso da entrambe le cavità nasali può essere sintomo di diabete, leucemia, malattie emorragiche (malaria etc.), malattie renali e problemi al fegato.
Stefania Monari

martedì 28 maggio 2013

Peperoni dolci ripieni di riso allo zafferano e olive

la videoricetta                                                                        ( quì invece quelli piccanti sott'olio)

400 gr. Di peperoni dolci lunghi
Olio extra vergine d'oliva per condire
100 gr. Circa di riso 
1 bustina di zafferano 
1 buccia grattugiata di limone 
1 fetta di cipolla 
Olio di oliva
Brodo
Mezzo bicchiere di vino bianco
Una decina di olive verdi 
1 uovo sodo
PREPARAZIONE:
mettere a cuocere in forno a 200- 220 gradi i peperoni.
Nel frattempo dobbiamo fare il riso allo zafferano con la cipolla fatta soffriggere nell'olio di oliva , aggiungere poi il riso ,il brodo ,il vino, lo zafferano , quando è quasi cotto si aggiunge la buccia del limone grattugiata.
Lasciamo raffreddare in po' poi prepariamo il ripieno .
Tagliamo a pezzi le olive e l'uovo sodo (precedentemente cotto) e mescoliamo tutto con il riso e con ciò che abbiamo ottenuto riempiamo i peperoni e condiamo con olio extra prima di servire .
Un antipasto buono e non troppo laborioso ... :P
oppure si mangiano in pinzimonio!

sabato 25 maggio 2013

2 piccoli strudel di pasta sfoglia fatta in casa...


RICETTA DELLO STRUDEL : ingredienti : una pasta  sfoglia surgelata fatta in casa e scongelata un'ora e mezza prima , due mele renette , una manciata di uvetta , una spolverata di cannella , delle scaglie di cioccolato o polvere di cacao , buccia di limone grattugiata , rum a piacere ,miele,un cucchiaio di zucchero di canna, pinoli  o noci ,un pizzico di polvere di chiodi di garofano, tuorlo d'uovo per la superficie e zucchero a velo.

PREPARAZIONE : stendere la sfoglia sul tavolo e mettere tutti gli ingredienti all'interno tagliati a pezzetti piccoli , avvolgerli con la sfoglia e chiuderla , spennellare la superficie con l'uovo e infornare a 200° per c.ca 30-35 minuti . lasciare raffreddare e spolverizzare di zucchero a velo!servire tiepido ! :p

venerdì 24 maggio 2013

girelle di salumi ,sofficini leggerissimi sia fritti che alla piastra...dobloni e bugie di pane ( senza lieviti perchè l'impasto di farina con olio a contatto con il calore lievita comunque)

questi sono i dobloni di pane sempre fatti
con lo stesso impasto con 10 minuti di cottura
a 220° 
oggi ho provato i sofficini con l'impasto delle piadine ( 150 gr. di farina
80-100ml di acqua
2 pizzichi di sale
1 cucchiaio di olio extra , impastando tutti gli ingredienti insieme e poi dividendo l'impasto e stendendolo con il mattarello )li ho fatti fritti ( con olio di oliva, ne sono

arrotolate con fettine sottili di salumi sono
semplicemente una bomba ! 

queste al forno per 5-7 minuti a 220° poi spennellate di olio
leggere come crachers!! :p
tipo le sciacciatine già nel blog ma senza alcun lievito...
oppure altri sfiziosi snack i mikado e ritz

questi sono bastoncini di pane arrotolati e
spennellati d'olio , e cotti a 200° per 20 minuti
si possono mangiare da antipasto con
i salumi o addirittura farli cuocere arrotolandoci
il salume desiderato ...mmmmm!! :)
venuti 8 con le dosi delle piadine ... )e alla piastra ( con la padella delle crèpe senza condimenti ) ripieni di prosciutto e fontina ... una delizia veloce da preparare , leggeri e sfiziosi ( quelli fritti rimangono croccanti tipo le patatine ...)
 quelli invece tipo pizza fritta e con il lievito invece si possono trovare sempre nel mio blog(quì ) ed è una ricetta più tradizionale ma altrettanto sfiziosa ...


per chi vuole sentirsi leggero ma vuole il gusto ( specialmente in estate ) questa è la ricetta giusta per qualsiasi momento della giornata ...
:) :p
se si lascia un po' più spesso rimangono come i calzoncini che vendevano surgelati quando ero piccola e che mia sorella adorava tantissimo !
si possono fare , sempre con lo stesso
 impasto le bugie di pane ...
per accompagnare antipasti vari ...
basta stendere l'impasto e tagliarlo a strisce...
(vedi video ricetta )
vedi anche torta salata ligure

Dal web - come farsi la micro sim

Come tagliare una SIM in Micro SIM | Tecnocino
Con righello e penna (meglio pennarello, ma a punta sottile) misurare 12 millimetri in altezza e 15 millimetri in lunghezza prendendo come riferimento l’angolo opposto a quello tagliato in diagonale. La raccomandazione è quella di tenersi più larghi per poi smussare in un secondo momento. Una volta segnato il riferimento si potrà effettuare il taglio in diagonale, che potrà essere piuttosto a occhio prendendo come riferimentolo slot che accoglie la SIM nel telefono. Se la microSIM non entra allora levigate bordi e contorno con una lima da unghie, se una volta inserita nel telefono non funziona, be’ è il caso di preoccuparsi. Ma basta un po’ di attenzione e il gioco è fatto.

per la nano sim vedi spiegazione qui
se trovi questa tecnica un po’ troppo artigianale ma al tempo stesso non vuoi spendere 10 euro per richiedere la sostituzione della tua vecchia SIM, puoi andare su Amazon e acquistare un SIM cutter.

Si tratta di piccoli attrezzi con prezzi compresi fra 2 e 8 euro che permettono di tagliare le SIM in maniera precisa senza rischiare di danneggiarle. A te la scelta sulla strada da percorrere.

giovedì 23 maggio 2013

Pasta panna e funghi

Per i funghi trifolati vedi qui  e poi si aggiunge solo più la panna da cucina e una cucchiaiata  di parmigiano , si lascia cuocere 5 minuti per insaporire e .....  vai con un piatto adatto alla luna piena ! ;);)♥♡

mercoledì 22 maggio 2013

bocconcini con il lievito madre( anche con il lievito madre vengono benissimo meno male perchè sono più digeribili)

400 gr. di farina manitoba ( perchè vengono perfetti, gli altri pani possono andare anche con la "00" o "0" ) , 1 cucchiaino di sale , 1 cucchiaino di zucchero , 4 cucchiaini di lievito madre essiccato , 200 ml di acqua a 30° ,  1 cucchiaio di olio extra+olio per spennellare.
oppure arrotolarli
su se stessi con il metodo delle
biovette facendo una
striscia lunga (un po' a cravatta) e
spessa
mezzo cm c.ca
per ogni bocconcino.


mettere la farina in un recipiente e mescolare assieme il sale, lo zucchero , il lievito, versare l'acqua e l'olio e impastare fino ad ottenere un impasto sodo . mettere a lievitare in forno con la luce per circa 2 ore . poi reimpastare 1 minuto l'impasto e dividerlo a metà e stendere con il mattarello le due metà lasciandolo a uno spessore di circa 1-2 cm e dividere il cerchio in sei parti triangolari uguali come nell'altro post quì dove ho messo pure la foto dei passaggi e arrotolare i triangoli come per i croissant , metterli in una teglia foderata di carta forno con delle divisorie fatte con i fogli di alluminio che servono per non allargare troppo il bocconcino durante la  lievitazione  e per lasciarlo chiaro dai lati nella cottura (per tenere su i fogli di alluminio uso delle tazzine che poi in cottura tolgo perchè tanto il pane si appiccica un po' e se le sostiene da solo ).
lasciare lievitare ancora per circa 1 ora e poi accendere il forno a 200° spennellare con olio di oliva i bocconcini e infornare subito , il calore crescendo piano fa come le macchine del pane e lo lievita ancora  diventando soffice e con la mollica ben cotta .cuocere per mezz'ora c.ca fino a doratura sfornare e lasciare raffreddare e mangiare subito o congelare e scongelarlo quando serve lasciandolo 10 minuti in forno a 140°.
oppure-micchetta di bocconcino con
più pasta di pane e arrotolati come
quelli piccoli della foto sopra .

martedì 21 maggio 2013

Pancarré al sesamo

400 gr di farina 
4 cucchiaini di lievito madre essiccato
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale 
200 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine
Semi di sesamo e latte per spennellare la superficie.


Versare la farina in un recipiente e mescolargli assieme in ordine prima il sale poi lo zucchero , il lievito , aggiungere l'acqua e l'olio.
Impastare fino ad ottenere un impasto bello sodo ,  formare una palla e metterlo a lievitare con la luce del forno coperto con un canovaccio per 2 ore .
Riprendere l'impasto e lavorarlo per 1 minuto , formare un salame e rimetterlo a lievitare per 1ora e 3/4(non di più altrimenti si affloscia ) in una pirofila da plum-cake foderata di carta forno.
Trascorso il tempo , bisogna spennellare la superficie di latte che deve essere alla stessa temperatura del pane( altrimenti va giù la pancia del nostro bel panotto ) e versare sopra i semi di sesamo( che con il latte si appiccicheranno bene ) .
Adesso non resta altro che accendere il forno a 200 gradi  e infornare subito per 3/4 di ora il nostro pane nella parte più bassa del forno.
Una fragranza ...e una vera bontà !  Sia da tost che x altro ♥:P
P.S non utilizzare mai teglie di stagnola perchè sono pessime per i pani e i dolci li lasciano crudi dentro , ho fatto le prove e ho constatato che dopo aver cotto del pane in quelle teglie lo potevo pure buttare in pattumiera ...

Pizza con il lievito madre

Oggi la pizza alla diavola l'abbiamo fatta con il lievito madre è venuta buonissima e migliore che con il lievito di birra(QUI').
Ingredienti:
200 gr. Di farina
100 ml di acqua (a temperatura ambiente è la regola per tutti i pani )
2 cucchiaini di lievito madre essiccato .
Se si vuole l'impasto con un po' di sale allora metterne mezzo cucchiaino , io  la pizza la preferisco senza ... è più toscana e più sana che fa pure rima anche se in toscana non è che siano più sani degli altri ....:D
Per la preparazione si sa che bisogna impastare la farina con l'acqua e il lievito fino ad ottenere una palla di impasto soda e lasciarla lievitare a 30 gradi per 1 ora e mezza .
Poi stenderla in una teglia da pizza oliata lasciando il bordo più alto e farcirla sopra come ci pare , oggi noi abbiamo messo salame piccante, pelati , mozzarella , olive calabresi che sono buonissime e origano .
Infornare alla massima temperatura del forno per circa  10-15 minuti.
Perfettamente riuscita ♡♥

lunedì 20 maggio 2013

Biscotti integrali , conchiglie al cacao, i leggerotti

i biscotti integrali :
150gr.di farina integrale
50 gr. Di farina di mais
60 gr di zucchero di canna
50 gr. Di burro
2 cucchiai di acqua
2 tuorli
1 albume

Mettere le due farine insieme in un recipiente , aggiungere lo zucchero,  i tuorli, il burro,  l'acqua e mescolare bene , ottenuta la palla di impasto preparare la teglia foderata di carta forno e dall'impasto formare tante palline che intingeremo nell'albume  e metteremo in teglia .
Poi accendiamo il forno a 175 gradi e inforniamo fino a doratura ( che tanto l'albume li fa dorare bene) .
Una volta sfornati  cospargerli di zucchero a velo.
Buonissimi e sani , si possono pure unire a bacio e fare i baci integrali ( una delizia)

le conchiglie al cacao:

 50 gr.farina+20 gr. di cacao
5-6 gocce di aroma mandorla
 latte q.b. (mezzo bicchierino da liquore)o yogurt
 50gr. Zucchero
 1 uovo
50gr. Burro
 1 cucchiaino di lievito per dolci

Preparazione:
In un tegame amalgamate la farina+ il cacao setacciata con il lievito e lo zucchero.
Sbattete l' uovo.
In un padellino mettete a fondere il burro e lasciatelo intiepidire.
Unite i liquidi (compresa l'aroma alla mandorla e il latte) ai solidi, amalgamate bene, e lasciate riposare in frigorifero per 1 ora coperto con della pellicola trasparente.
Imburrate e infarinate delle formine per madeleine e versatevi all'interno per c.ca 2/3 il composto.
Infornate a 180°C per i primi 10 minuti, poi successivamente a 160°C fino a doratura (altri 10 minuti c.ca).
la ricetta è simile alle madeleine che si trovano già nel blog

i leggerotti:

100 gr di farina di mandorle 
50 gr di zucchero
50 gr di farina gialla
50 gr. Di fecola
2 albumi
Mezza fialetta di aroma mandorla .

Mescolare tutti gli ingredienti e mettere l'impasto ottenuto in una tasca da pasticcere o semplicemente a cucchiaiate della grandezza desiderata (per ottenere dei biscotti di media dimensione basta un cucchiaino pieno ) una teglia foderata di carta forno e infornare a 160 gradi per circa 20 minuti fino alla leggera doratura . Lasciare raffreddare .





sabato 18 maggio 2013

il giro oggi a pinerolo devia dal centro invece che passare dal sestriere

oggi con la pioggia i poveri ciclisti hanno dovuto deviare per la pianura invece che passare dal sestriere , su probabilmente nevicava ...
certo che in bici è meglio andarci con il sole !!
il video quì 

al palared " la casa che vorrei"

il riscaldamento dal pavimento 

la sedia a culetto 
 oggi con una pioggia così persistente più che andare al chiuso a vedere" la casa che vorrei"  così si chiama la rassegna che c'è al PALARED .. ci sono cose interessanti come il riscaldamento a pavimento ... la sedia a sedere che ho già visto ma è comunque carina in bagno però ... le terre di tutti i colori ... e tanto legno ... a me piace il legno , se potessi farmi una casa farei molte parti in legno , anche l'arredo  farei in legno ...


venerdì 17 maggio 2013

Grandinata a Pinerolo

Stasera in un secondo sono venuti giù tanti chicchi di grandine che era già un pezzo che non si vedevano ! Mamma mia ! :(  ho messo pure il video  ...



giovedì 16 maggio 2013

Panettone con il lievito madre ( perfetto)

la videoricetta

 oppure...                    vedi anche pandoro nel blog  il panettone con il lievito di birra oppure il panettone della nonna veneta 

Primo impasto:

questo è con lo stampo giusto ... ottimo ! vedi quello alla mela  
200 gr. Di farina ( meglio se manitoba )
60-70 ml di acqua
40gr. Di zucchero
1 uovo
30 gr. Di burro
1 bustina di vanillina 

2-3 gocce di aroma vaniglia e arancia( facoltativo ma rimane più perfetto )
3 cucchiaini di lievito madre essiccato( o mezza bustina  di birra secco )



Secondo impasto:
100 gr.  Di farina (manitoba ) 
1 uovo
70 gr.  Di zucchero
70 gr.  Di uvetta
50 gr.  Di burro






facoltativo per la glassa con mandorle  : 
2  cucchiai di farina di mandorle 2  di di acqua e 2 di zucchero a velo mescolati insieme + mandorle intere  
                               PREPARAZIONE:
questo è con uno stampo qualunque ... ma buonissimo !
1 impasto:
Mescolare la farina con la vanillina , lo zucchero, il LIEVITO madre, aggiungere l'acqua, l'uovo, il burro a pezzi , gli aromi, mescolare e impastate bene . Ottenuto un impasto morbido e appiccicoso ma solido, metterlo a lievitare coperto con la pellicola in forno con solo la luce x 3 ore .
Trascorse le 3 ore prendere l'impasto e aggiungere gli ingredienti del secondo impasto nel seguente ordine:
L'uovo, lo zucchero,  il burro , l'uvetta, la farina. Impastare bene ottenendo un impasto sodo, elastico e morbido . Sistemarlo in una pirofila ( un po' alta e larga una spanna) ricoperta di carta forno o imburrata e infarinata   metterlo a lievitare per circa 3-4  ore ( il tempo è relativo , l'importante è che triplichi il suo  volume) .
Trascorso il tempo , infornare nella parte più bassa del forno a 175 gradi per 45 minuti se tende a bruciare sopra , o si abbassa a 160 (o si mette un foglio di alluminio sulla cupola del panettone.)
a questo punto se si vuole si può  spalmare la glassa e le mandorle ,  lasciare ancora 10 minuti fino a doratura della glassa ..
Buonissimo , più buono del GALUP!

risotto al carciofo e gamberetti

questo risotto è semplice e veloce .
 Se si avanza un carciofo cotto che era destinato al pinzimonio si può scegliere le parti più tenere e metterle a friggere con aglio in una pentola , poi si aggiunge una manciata di gamberetti , il riso , brodo di pesce se si ha , altrimenti dell'acqua , si aggiusta di sale , e per gli ultimi minuti di cottura si aggiunge un mezzo bicchiere di vino bianco e a piacere del prezzemolo.
buono e subito pronto ...
oppure ai carciofi e pancetta 
o ai carciofi e formaggio
altrimenti ci sono mille altri modi di fare il risotto e alcuni si trovano nelle altre ricette del mio blog .... :) basta inventare !!!

domenica 12 maggio 2013

Spiedini d'Italia

Questi spiedini sono buonissimi per gli amanti della verdura fatta in modo gustoso , se poi si accompagnano con patate fritte... una vera bontà !
Ingredienti:
4 fettine di lonza di maiale
8 fettine di speck
Sale
1/4 di melanzana
1 zucchino
Una 15ina di pomodorini
Olio
Rosmarino
Salvia
Stecchini per spiedini
Preparazione:
Le fette di carne bisogna arrotolarle con all'interno di ognuna 2 fette di speck e poi tagliarle in 4 per fare il bocconcino per lo spiedino.
Fare degli spiedini alternando le verdure alla carne , salare, pepare a piacere, oliare , infornare a 200 gradi per 30-40 minuti.

sabato 11 maggio 2013

il PANE con il lievito MADRE

le dosi di lievito madre essiccato per 100 grammi di farina sono di 1 cucchiaino, quindi per 500 grammi di farina saranno 5 cucchiaini c.ca ( può essere anche un po' meno ) . ho fatto diverse prove perchè nelle ricette in giro e anche nello stesso lievito mi dava 500 grammi di farina e 35 di lievito, nel libro del pane mi dava 500 grammi di farina con 20 grammi di lievito madre, quindi in conclusione  il pane viene comunque sia con più sia con meno lievito madre. 

per l'impasto si miscela la farina con il sale , lo zucchero, il lievito , si aggiunge l'acqua e l'olio extra , si impasta fino ad ottenere un impasto bello sodo . si lascia  lievitare in forno solo con la luce che corrisponde a 30 gradi per 2 ore c.ca o una e mezza , si reimpasta un minuto ,si rimette a lievitare ancora per 1 ora avendo già formato delle pagnotte ( se si vuole una crosta croccante bisogna passargli la mano unta d'olio e infarinarlo un po' perchè la procedura sarebbe di avere la teglia unta e infarinata sempre per ogni qualità di pane , ma io metto sempre la carta forno nella teglia quindi ...) poi si mette a cuocere a 200° per mezz'ora c.ca .

la ricetta per 4 pagnotte o una micchetta :
250 gr. di farina "0" o "00", mezzo cucchiaino di zucchero , 1 cucchiaino di sale , 2,5-3 cucchiaini di lievito madre,  120 ml di acqua c.ca , 1 cucchiaio di olio extra .
è proprio bello avere sempre il pane fresco  e con il minimo sforzo!  :)

vedi altri pani  con il lievito di birra secco altrettanto buoni ! 






mercoledì 8 maggio 2013

il giro passerà ... solo poco ... di quì

il giro passerà da queste parti ... sabato 18 , ecco l'articolo su l'eco del chisone ....

in giro in bici ... un po' di relax

se ci fosse il mare e il ponte fosse più lungo sembrerebbe grado nel friuli  era bello passare sopra al mare in bicicletta quando abitavo da quelle parti...(invece siamo nei dintorni di vigone )

questi sono i prati che si lisciano come gattini 

questa sono io 

questa invece è la rotonda di cavour con mucca e mele 

CANESTRELLI


Ingredienti per circa 30-35  biscotti canestrelli
200 g di farina    
200 g di burro  ( si può anche mettere 100 gr di burro come la ricetta delle 5  terre)
100 g di zucchero  
1 tuorlo  
1 limone  
zucchero a velo .
nella ricetta ligure c'è pure 1 albume sbattuto per spennellare la superficie prima di infornare per renderli croccanti in superficie e friabili all'interno . 
Preparazione:
Mescolare la farina con il burro a pezzi , la buccia del limone grattugiata,  il tuorlo e lo zucchero, formare una palla  e lasciarla in frigo per 40 -50 minuti poi stendere l'impasto sull'asse infarinato dello spessore di 1 cm circa e tagliarlo a formine (e per fargli il buco in mezzo utilizzare il cilindro per cannoli  ).
Sistemare i canestrelli in teglia con carta forno e infornarli (in basso nel  forno) a 180 gradi (già preriscaldato) per 10 minuti circa (non devono bruciare ,devono dorare solo sotto) .
Sfornarli e spolverizzarli di zucchero a velo .

lunedì 6 maggio 2013

dal web : la videosorveglianza nei condomini

articolo completo
Ora, la legge di riforma del condominio affronta direttamente la questione. Anche in tema di videosorveglianza la normativa tende alla semplicità, ovvero prevede che l'assemblea, con la maggioranza degli intervenuti che rappresentino almeno la metà dei millesimi (articolo 1136, comma 2 del Codice civile), può deliberare l'installazione sulle parti comuni dell'edificio di impianti di videosorveglianza. È di tutta evidenza che la nuova norma, limitandosi a prevedere l'ammissibilità di una delibera di installazione dell'impianto di videosorveglianza adottata a maggioranza, si colloca all'interno dell'ambito di vigenza delle prescrizioni del Codice della privacy (decreto legislativo 196/2003).  
 In particolare, come ci chiede un lettore, andranno osservate queste precauzioni: le persone che transiteranno nelle aree sorvegliate dovranno essere informate con appositi cartelli delle presenza delle telecamere; i cartelli, qualora il sistema di videosorveglianza fosse attivo anche in orario notturno, dovranno essere visibili anche di notte; nel caso in cui gli impianti di videosorveglianza fossero collegati alle forze dell'ordine, sarà necessario apporre uno specifico cartello che lo evidenzi; le immagini registrate potranno essere conservate per un periodo limitato, ovvero sino a un massimo di 24 ore, fatte salve specifiche esigenze di ulteriore conservazione in relazione a indagini della polizia o comunque di natura giudiziaria.

domenica 5 maggio 2013

Filastrocca - il temporale

Sorridente il lampo dice
Oggi DIO ti benedice
Di risposta il sol aggiunge
Mi nascondo , se vuole mi raggiunge...
Vuoi veder dietro quale nuvola
se mi copro tutto a cupola !
Il miei raggi son potenti
come delle griglie bollenti
Tanto che il nuvolone
mi borbotta
e mi da uno scossone !
Dopo un pianto giù a dirotto
Si sposta con un botto ...
Tutto passa in un'oretta
Ecco che risplende la casetta
Anche il cane corre nel prato
Non appena tutto è passato ...
Ora che il sole è alto
con un soffio il cielo si colora di cobalto! 

sabato 4 maggio 2013

Dal web -niente tasse su ferie non godute

Articolo su yahoo

04 May 2013
Niente tasse sulle ferie non godute
E’ scaduto il contratto e il lavoratore non ha smaltito tutti i giorni di ferie che aveva? Su quelle non godute, che gli verranno pagate, non graverà nessuna tassa . A sciogliere il nodo di una questione dibattuta da tempo ci ha pensato la quarta sezione della Commissione tributaria del Lazio depositando, lo scorso 6 febbraio, una sentenza (la 89/2013) destinata a segnare un nuovo percorso nei rapporti contributivi.Alla luce della decisione dei giudici regionali, infatti, può essere richiesto il rimborso di quanto è stato trattenuto indebitamente negli anni, visto che ilcompenso sostitutivo delle ferie non godute non può essere soggetto a tassazione poiché ha natura risarcitoria. Ed è proprio la natura risarcitoria delle ferie non fatte dal dipendente a renderle non soggette alle imposte dirette . Le ferie annuali e i riposi settimanali costituiscono, infatti, un diritto insopprimibile del lavoratore, “connesso alla protezione della sua salute quale bene primario costituzionalmente garantito”.Il collegio giudicante quindi, nella sua interpretazione, ha avuto la Costituzione come bussola ed è su questa base che è stato deciso di accogliere una richiesta dirimborso delle ritenute fiscali . Ritenute “illegittimamente trattenute” per le quali è stata stabilita, appunto, la completa non tassabilità. “L'articolo 6, comma 2, del Tuir n. 917/86 stabilisce l'imponibilità delle sole indennità conseguite a fronte di effettive perdite di reddito (lucro cessante), ma non anche a quelle, come nella specie, che sono tese a riparare un danno, senza effettivo incremento reddituale”, si legge nella sentenza.Così, se il dipendente per qualche motivo, che sia una sua scelta o meno, non consuma le ferie e non riceve nessuna somma, il datore di lavoro rischia di commettere un illecito . E il dipendente alla luce di questo avrà diritto a ricevere una cifra. O meglio, “un’indennità” che contenga, oltre alla retribuzione, un’adeguata “ maggiorazione che compensi lo stress fisico e psichico ”. Lo spiega chiaramente la legge perché la somma che spetterà al dipendente, essendo in questo caso un “ risarcimento ” (e non invece la funzione di reintegrare la perdita di un reddito), non è assoggettabile all’imposizione Irpef.La tipologia in cui rientra il “risarcimento”, infatti, non è contemplata tra quelle cosiddette “costituenti ipotesi tassative di reddito imponibile”. Ma una distinzione, i giudici, l’hanno fatta. Potrebbe essere valutata diversamente, a loro avviso, la parte di indennità che corrisponde alla retribuzione ordinaria dalla vera e propria maggiorazione . Data la carenza normativa in questo campo specifico, però, si tratta solo di un’ipotesi: alla fine dei conti, la richiesta di rimborso deve essere accolta per intero . E, soprattutto, la somma non sarà tassata.La pronuncia apre un varco su molti fronti, anche alla luce delle novità che erano state introdotte dallaspending review : la scorsa estate per gli insegnanti, ad esempio, venne di fatto eliminato il compenso sostitutivo delle ferie maturate e non godute. La norma rischiava di portare molti docenti precari a non vedersi più retribuire le ferie non godute durante l’anno e venne duramente contrastata a suon di ricorsi per l’Irpef indebitamente trattenuta.A questi, e alle sentenze che sono seguite (tra le quali quella della Cassazione datata 11 maggio 2011) si aggiunge la recente pronuncia della Corte tributaria per sancire nuovamente il principio per cui l'indennità sostitutiva delle ferie e dei riposi settimanali non goduti ha natura non retributiva ma risarcitoria.

venerdì 3 maggio 2013

Dal web - il prototipo di presa solare

E se l'energia solare potesse essere tascabile? È l'idea portata avanti da due designers, Kyuho Song & Boa Oh, che hanno ideato una presa di corrente portatile, chiamata Window Socket, in grado di ricaricarsi grazie al sole e di fornire energia all'occorrenza per svariate ore. Basta attaccarla con la sua ventosa ad una finestra ben illuminata. La presa di corrente, dotata di pannelli fotovoltaici accumulerà energia finché saremo a casa per poi metterla a disposizione sia all'interno che al di fuori dell'abitazione.
Il meccanismo di funzionamento è davvero molto semplice. Su uno dei due lati del dispositivo ci sono delle piccole celle solari con annesse ventose, per rendere agevole l'aggancio alla finestra. Dall'altra parte, quella rivolta verso l'interno della casa per intenderci, si trova la vera e propria presa di corrente, dove inserire i nostri dispositivi, ovunque ci troviamo. Dopo 5-8 ore di ricarica attaccata ad una superficie illuminata, la presa fornisce 10 ore di utilizzo. Ma non è necessaria una finestra. La presa solare può essere attaccata al vetro dell'auto, a quello della nave e a quello dell'aereo. Smartphone scarico? Basta portare la presa con noi in borsa e collegarvi il caricabatterie del cellulare. Utile per chi trascorre molto tempo fuori casa, ma anche per chi vuole scegliere un'alternativa pulita alla 'solita' energia.
Aspettiamo, dunque, con ansia la sua commercializzazione sul mercato trattandosi, per il momento di un prototipo.

Carciofi fritti

Come nel fritto misto alla piemontese  questi però non sono quelli freschi ma sono quelli surgelati e appena tirati fuori dal freezer li ho passati nella farina poi nell'uovo e nel pane pesto , naturalmente poi fritti nell'olio di semi .... buoni ! Pronti in pochi minuti e sfiziosi come contorno ! :P

giovedì 2 maggio 2013

pasta INTEGRALE come i pizzoccheri , ma all'uovo ...


ingredienti : x3 persone
 3 hg.  di farina integrale , 3 uova , 1 cucchiaiata di olio, 1 pizzico di sale. 

PREPARAZIONE : versare la farina in una spianatoia e mettere al centro le uova con il cucchiaio di olio e sale poi mescolare e impastare il tutto affinchè è bello sodo poi dividere in  pezzi e passarli nella macchina che li stende , deve essere sottile ma non esageratamente( io ho  messo il 3,5 di misura nella mia manuale) , poi passare la pasta dalla parte del taglio per le tagliatelle e poi manualmente tagliare in tanti pezzi le tagliatelle , sempre infarinando in modo che rimanga bella asciutta .
sistemarla nel vassoio per un'intera giornata in modo che si secchi,  oppure si può far cuocere subito.

preparare poi un ragù di funghi trifolati (prima ) e con pomodorini sbollentati e pelati aggiunti ai funghi trifolati, servire i pizzoccheri  ...

i pizzoccheri vanno molto d'accordo anche  con  il gorgonzola e con la carne , quindi una pasta di pizzoccheri con fonduta di gorgonzola o un ragù con  pezzi di carne è l'ideale ! 


vedi ancheagnolotti di pasta all'uovo ,pasta per agnolotti con videoricetta ,pizzoccheri comprati alla carne



mercoledì 1 maggio 2013

un filone di panettone .... fa pure rima ...


ingredienti:
-  vedi anche il classico , la baguette fatta con l'impasto delle madeleine ,il mandorlato -

 500 gr. di farina , 250 gr. di zucchero , 1/4 di latte , un limone grattugiato , 150 gr. di burro , 200gr. di uvetta, 2 uova montate , una fialetta di rum , 1 busta di lievito .

preparazione :  mettere la farina in un contenitore , aggiungere il latte , l'uvetta , la buccia grattugiata del limone , le uova montate , il rum , lo zucchero , il lievito ed infine il burro precedentemente sciolto a bagno maria . distribuire il composto in una teglia imburrata ed infarinata o ricoperta di carta da forno .cuocere a 160°( forno piccolo) 180°( forno grande) per c.ca un 'ora . si può fare la variante con i canditi aggunti insieme all'uvetta e decorandolo in superficie con dei nocciolini sbriciolati , mandorle intere e zucchero in granella . 
veloce da fare ... buonissimo da mangiare !