Cerca nel blog

mercoledì 23 ottobre 2013

Dal web-Windows 8.1

Per gli utenti di Windows 8(articolo completo ), Natale, quest’anno, è arrivato molto in anticipo. È da poco disponibile,infatti, l’aggiornamento che trasforma il nuovo sistema operativo di Microsoft in un sistema operativo ancora più nuovo. Ed è gratuito. Signore e signori, eccoci dunque davanti a Windows 8.1. Disponibile nel Windows Store, sia per Windows 8 che per Windows 8 Pro, consiste in un download di generose dimensioni (per la Pro siamo nell’ordine dei 3,5GB) che poi si installa in totale autonomia. E alla fine, dopo il riavvio, e aver chiesto qualche preferenza, è pronto all’uso. Qui ci va una piccola nota. Nel mio caso, la password di accesso (è mantenuta quella che hai scelto per Windows 8), non veniva riconosciuta. Pochi secondi e l’arcano è stato svelato: l’aggiornamento mi aveva impostato la tastiera inglese. Capitasse anche a te, basta cliccare su Cambia tastiera e scegliere quella italiana. Viene infine inviato un codice via SMS per la verifica finale e ci siamo.


ritorno dello Start
Windows 8.1 non è molto diverso da Windows 8, questo lo dico subito. Cambia lo sfondo del desktop (preferivo quello vecchio di default) e qualche colore delle tessere (o tile che dir si voglia) di Metro, l’interfaccia grafica. La novità principale, proprio a livello d’interfaccia, è il tanto richiesto pulsantino di Start. Potrei spendere fiumi di parole nel chiedere cosa c’era di strano a premere il pulsante Start da tastiera, con Windows 8, comunque ora, anche chi ha la necessità fisiologica di fare clic è accontentato. Sposti il cursore del mouse nell’angolo in basso a sinistra, ed ecco comparire la dannata icona. Ovviamente, fai lo stesso premendo l’apposito pulsante da tastiera.


Ricerche sopraffine
Se la mancanza di uno Start grafico l’ho sempre trovata una quisquilia degna di detrattori patentati di Microsoft, diverso è il discorso  della funzione di ricerca, che in Windows 8 non è che fosse poi così sensazionale. Anzi, diciamocelo fino in fondo: in Windows, in genere, la ricerca di contenuti, all’interno del computer, è sempre stata un casino. Adesso, grazie a Bing, Windows 8.1 offre una ricerca più completa. Sposti il cursore in alto a destra, clicchi sulla lente d’ingrandimento, digiti la tua bella stringa e, oltre ai contenuti presenti nel disco fisso, sono mostrate delle voci per effettuare ricerche dirette sul web. Se scegli una di queste ultime, i risultati web sono mostrati come pagine di anteprime. Non ti interessa nulla e vuoi tornare all’applicazione che stavi utilizzando poco prima? Sposti il cursore nell’angolo in alto a sinistra e clicchi, per tornarci in un istante. La funzione di ricerca è molto efficiente, offre molto altro e, davvero, è quella che forse apprezzerai di più in Windows 8.1. 

Più tessere per tutti
Le tessere di Metro. Parliamone. A me piacciono molto, mentre so che c’è chi le odia, trovandole troppo spartane. Vabè, gente che poi grida al miracolo quando vede quelle di iOS 7, ma tralasciamo. Comunque una cosa fastidiosa delle tessere, cioè le icone delle app di Metro, è che in Windows 8 avevano due sole dimensioni possibili. Ora, invece, di dimensioni ce ne sono fino quattro: piccolo, medio, largo, grande. Dico fino a perché i formati variano in base alla tessera, ma non è il caso di formalizzarsi. Per cambiare dimensione, da Metro, clicca col tasto destro sulla tessera e, in basso, suRidimensiona. Facile, no? 

Punti di connessione
Una novità meramente estetica, ma fighetta, è il passaggio da Metro a desktop, e viceversa. In pratica, nel passaggio non sei più traumatizzato dal cambio di sfondo dell’interfaccia Metro. Le tessere, infatti, sono mostrate in primo piano sovrapponendosi al desktop. Un effetto carino, ma che, forse a causa delle impostazioni del mio precedente Windows 8, ho dovuto attivare. Se ti succede, no panic. Sposta il cursore nell’angolo in alto a destra, seleziona Impostazioni, Personalizza e fai in modo che Metro abbia lo stesso sfondo del desktop. In realtà, quello di mettere lo sfondo uguale per dare l’effetto delle tessere che si sovrappongono è un po’ un trucco bacucco, ma là fuori c’è gente tutta esaltata per questa novità e non vedo perché rovinarle la giornata. Comunque, oh, scherzi a parte, è figo. 

Non ti piace proprio Metro? Adesso c’è l’opzione per farlo fuori, e avviare Windows direttamente dal classico desktop. Soffro, ma ti spiego come farlo, se ti interessa. Vai nel desktop, clicca col tasto destro sulla taskbar (la barra orizzontale in basso, su uno spazio vuoto), seleziona Proprietà e poiEsplorazione. Spunta la casella Mostra il desktop invece della schermata Start all’accesso o alla chiusura di tutte le app in una schermata, poi clicca su Applica e su Ok. 

Posta un commento