Cerca nel blog

lunedì 25 agosto 2014

Dal web: consigli utili

Articolo completo
Banane e api
Perché le sostanze chimiche che le api emettono per lanciare un segnale d’allarme hanno lo stesso odore di questo frutto. Quando una delle operaie di guardia all’alveare si sente attaccata da un intruso, lo punge rilasciando, nello stesso momento, un mix di feromoni da una ghiandola adiacente al pungiglione, per avvertire le compagne del pericolo. Questi composti chimici altamente volatili e dal profumo di banana (per il naso umano) comunicano alle altre api il punto esatto della puntura e le incoraggiano ad attaccare a loro volta. Chi provasse, a suo rischio e pericolo, ad avvicinarsi a un alveare con una banana in mano si vedrebbe inseguito dalle api per almeno 30 metri.

Per cistiti c'è il ginepro
Articolo completo

Perché funziona…
Pianta solare, rigogliosa e vitale, il ginepro è considerato nel sistema spagirico una pianta “nera”, capace cioè di placare divinità “infere” e di scacciare il male. L’apparato urogenitale è il suo principale campo d’azione, perché esercita un’azione batteriostatica e antisettica tanto potente, nei confronti di microbi aggressivi come gli stafilococchi, che un tempo lo si usava per disinfettare le navi provenienti da zone in cui si erano verificate epidemie. In più, il ginepro è anche un ottimo regolatore delle funzioni neurovegetative dell’organismo: il suo aroma intenso e balsamico rinfresca i reni, rilassa la muscolatura che li sostiene e disinfetta l’intero apparato urinario. L’olio ricavato dalle bacche di ginepro riduce il calore corporeo e aiuta a ridurre i fenomeni infiammatori.

Come si utilizza
Per un lavaggio ad azione antibatterica e antinfiammatoria versa nell’acqua del bidet 8 gocce di essenza di ginepro. Rimani in immersione per almeno un quarto d’ora, poi applica sul basso ventre, nella zona della vescica, un cucchiaino di gel all’aloe arricchito con 2 gocce di olio di ginepro e massaggia dolcemente fino a completo assorbimento.

Posta un commento