Cerca nel blog

domenica 29 novembre 2015

zuppa di fave

Ingredienti:

350 gr di fave ( fresche o surgelate )
1 cipolla
2 pomodori maturi
1 carota
qualche ciuffo verde di finocchio ( le sue barbette )
1 patata grossa
3 cucchiai di olio di oliva + 1 di extravergine
70 gr di pastina per minestre
sale grosso ( circa 3 pizzichi)
pepe o peperoncino in abbondanza
750 ml di acqua
1 crosta di parmigiano
2 fette di prosciutto cotto



tritare insieme la cipolla , la carota , il finocchio , metterle in pentola a soffriggere per qualche minuto con l'olio d'oliva , aggiungere i pomodori spellati , privati dei semi e tagliati a pezzetti , salare , pepare , lasciare cuocere per 10 minuti a fiamma bassa nella pentola coperta , aggiungere le fave , la patata a pezzetti , il prosciutto tagliato a pezzetti e la crosta di formaggio , aggiungere l'acqua e lasciare cuocere per 25 minuti circa , quando le fave e la patata sono cotti aggiungere la pastina , lasciare cuocere per il tempo della pasta poi spegnere , aggiungere l'olio extra e servire .
Buona sana , veloce ...
altre ricette con le fave : pesto di fave , vignarola , contorno boscaiolo  , contorno autunnale  , falafel  , e altre zuppe e minestre in questo post ... 


venerdì 27 novembre 2015

Ciambellone soffice allo yogurt

Per uno stampo da ciambella da 26 cm di diametro.

Ingredienti: 
300gr di farina "00"
3 uova
120 ml di olio di semi 
180gr di zucchero
250gr di yogurt al miele 
1 bustina di lievito per dolci 
1 bustina di vanillina o 1 fialetta di vaniglia
1 pizzico di sale


Preparazione:
Montare bene le uova con lo zucchero quando sono gonfie e cremose aggiungere poco alla volta lo yogurt continuando a sbattere , poi l'olio e poco per volta la farina miscelata precedentemente con il sale , la vanillina e il lievito , mescolando molto bene e lentamente con una frusta , versare il composto ottenuto in uno stampo a ciambella grande imburrato e infarinato, infornare a 180° per 45 minuti ..
Una delizia semplice veloce da preparare e molto ghiotta sia per colazione che la merenda ...



oggi l'ho provata con aggiunta di uvetta ammollata nel marsala , devo dire che è una delizia per il palato ...

giovedì 26 novembre 2015

zuppa di cardo alla piemontese



Ingredienti:


1 cardo
1 limone
1,5 lt di brodo dipollo( fatto con avanzi di pollo , patata , carota , sedano, cipolla, alloro , salvia, rosmarino)
2 tuorli d'uovo
1 cucchiaiata di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
25 gr di burro
1 spicchio d'aglio
pepe a piacere


preparazione

sfilettare e lavare il cardo , bagnarlo con il succo di mezzo limone ( altrimenti viene scuro) , poi metterlo a bollire per 30 minuti in acqua con l'altro mezzo succo di limone .
Intanto prepariamo il brodo di pollo con gli ingredienti tagliati a pezzetti descritti sopra e 3 pizzichi di sale grosso , lasciamo bollire per 30 minuti ( buttando poi via ossicini presenti naturalmente ) .
Ora sbattiamo molto bene i tuorli fino a gonfiarli bene , gli aggiungiamo il parmigiano e teniamo da parte .
Tagliamo a pezzetti il cardo lessato e lo mettiamo a soffriggere in padella con il burro, l'olio, l'aglio e il pepe lasciamo soffriggere qualche minuto per insaporire ,poi togliamo l'aglio e lo buttiamo , versiamo il cardo nel brodo di pollo appena fatto , aggiungiamo pure l'uovo sbattuto con il parmigiano , mescoliamo bene la zuppa di cardo e la serviamo calda con crostini di pane …

una buona zuppa disintossicante e allo stesso tempo gustosa ...naturalmente il cardo cotto è leggermente amarognolo( crudo è molto più amaro e si mangia in pinzimonio con la bagna cauda piemontese, piaceva molto a mio nonno ...) quindi va a gusti .

lunedì 23 novembre 2015

alberello di legno

oggi ho fatto questo piccolo alberello con avanzi di legnetti , delle nate tagliate a rondelle , del feltro tagliato a stelle , del filo dorato tagliando a strisce un nastro di natale , degli angioletti che si danno la mano con della carta velina ( le cose semplici della vita ) , poi ho colorato il legno con un pennarello apposta per il legno che avevo li da 10 anni ( ho scoperto che non si asciugano ) , gli ho attaccato con 2 viti piccolissime ( ricavate dalla tecnologia vecchia) un triangolino per quadri piccolo , l'ho appeso e sembra persino più bello di quello che è in realtà  ... perchè è una cavolatina ma è venuto carino  ! mi fa un po' pensare ad una croce , ma forse perchè è di legno .. :)))
ma è per  natale e quindi ci sta ... :)
vedi anche :
altre idee natalizie  quì , quì , quì


domenica 22 novembre 2015

bastoncini di pane fritti (le malelingue di paneangeli)


ingredienti:
200 gr di farina 
2/3 di bustina di lievito di birra secco
1 cucchiaino di zucchero
1 noce di burro
1,5 cucchiai di olio di oliva 
100 ml di acqua a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale 
olio di semi per friggere

PREPARAZIONE:
in una terrina settacciare la farina mescolata con il lievito , al centro mettere lo zucchero , il burro , l'olio, amalgamare il tutto aggiungendo poco alla volta l'acqua e il sale .
lavorare l'impasto per una decina di minuti fino a che risulti morbido liscio e compatto , formare una palla e metterlo a lievitare a 30° nella sua terrina infarinata , coperto da una pellicola trasparente per 40 -50 minuti .
stendere l'impasto in lungo dello spessore di 5 mm e tagliarlo a striscioline della larghezza di 2 cm circa , ora friggere le striscioline in olio bollente per qualche minuto a fiamma media in modo che l'olio non le scotti subito bruciandole ,  formando così la crosticina friabile e all'interno morbidi , devono rimanere dorati ... scolarli in carta assorbente e servirli con insalata , pomodorini e grana a scaglie .
uno tira l'altro !! :p :p :p 

vedi anche :



giovedì 19 novembre 2015

pasta al forno con la zucca

Ingredienti x 2 persone:


1 cipolla
250 gr di zucca
olio di oliva
pepe
sale
200 gr di pasta
parmigiano grattugiato q.b.



soffriggere la cipolla in poco olio di oliva , aggiungere la zucca a pezzi , salare , pepare e lasciare cuocere , deve rimanere molto morbida , passarla nel frullatore e tenere da parte .

Bollire la pasta , scolarla e sistemarla in teglia (cosparsa con un po' di besciamella) , mescolarla con la purea di zucca , versare sulla superficie la besciamella e il parmigiano grattugiato , gratinare in forno per circa 15 minuti .

Pizza napoletana ma nel forno elettrico

Pizza napoletana nel forno elettrico , questa volta mi è venuta molto buona ! l'altra prova non era un granchè, la ricetta era scarsa  e lunga ...

la mia videoricetta 
questa è alla diavola ... buonissima !

Per 1 pizza :

200 GR di farina
100-125 ml di acqua
1/3 di bustina di lievito di birra secco
Mezzo cucchiaino di sale fino
se si usa una teglia grande 30 x 40 come la mia le dosi aumentano un po' naturalmente , la ricetta è per una pizza  da teglia normale rotonda ...
io ho fatto 250 gr di farina , 150 ml di acqua , sempre un terzo di lievito ( o mezza bustina ) , e 2 pizzichi di sale ...

Preparazione

In una ciotola mettere l'acqua con il lievito , e scioglierlo, aggiungere la farina poco alla volta fino a finirla tutta , il sale e mescolare bene , impastare per 10 minuti in modo abbastanza energico, deve risultare un panetto liscio e morbido ma non appiccicoso , metterlo a lievitare coperto da un panno a 30° per 2 ore .
Riprendere l'impasto , rilavolrarlo per pochi minuti sul piano di lavoro  , rimetterlo a lievitare per circa 4 ore ( bastano anche 2 ore ) .
ora prendere nuovamente l'impasto, rilavorarlo 1 minuto  , lavorarlo in modo da poterlo stendere in teglia unta d'olio d'oliva ( ogni volta che si riprende l'impasto per reimpastarlo ungersi le mani di poco olio per facilitare la cosa visto che appiccica un po' come un chewing gum )  , per stendere la pizza nella teglia partire dal centro dell'impasto facendo un movimento circolare con le mani, in modo che rimanga sottile il centro e formi il bordo un po' gonfio intorno , poi  farcire a piacere partendo sempre dal pomodoro e di seguito la mozzarella e via via  gli altri ingredienti  e infornare al max per 10-12 minuti ( già preriscaldato) . una volta sfornata se gli ingredienti che abbiamo messo sopra erano più asciutti (tipo i salumi ecc)   condirla con un filo d'olio .
Servire la pizza ...e buon appetito! È venuta quasi perfetta come in pizzeria ( manca solo il forno a legna )...rimane come quella che fanno alle GRU ( la hanno i forni adatti)...per essere nel forno elettrico e senza la pietra refrattaria è buonissima !
per un'ottima riuscita della pizza l'impasto deve essere morbido il giusto  altrimenti la pizza se è troppo asciugata di farina viene secca e non rimane buona ! BUON APPETITO ! e un cin cin a chi ci vuole male ! :))))

altri modi di mangiare la pizza : il calzone morbido , quello croccante , la pizza con il lievito madre , quella classica  , e le varie varianti di farciture sempre nel mio blog ...




sabato 14 novembre 2015

Piccoli Panettoncini genovesi bassi

 questi sono quelli piccoli e  veloci ,  a pasticcino come quelli che trovi in vendita nei supermercati che costano molto e ce ne sono pochi 3-4 per confezione ...ho voluto provarli fatti in casa e sono buonissimi !

Per 2 panettoncini da 250 gr l'uno :
250 gr di farina manitoba
1 uovo sbattuto con una frusta
Qualche goccia di fiori d'arancio ( in fialetta)
50 gr di uvetta ammollata in un po' di marsala e poi strizzata
70 gr di burro a pezzetti
50 gr di zucchero
30 gr di pinoli ( o noci tritate)
La buccia di 1 limone grattugiata e di 1 arancia ( o qualche candito)
1 cucchiaino di semi di finocchio ( tritati fini nel macinino da caffè)
1 pizzico di sale
Mezza bustina di lievito istantaneo non vanigliato ( io ho messo quello per torte salate della paneangeli che va benissimo)

Preparazione:
In una ciotola mettiamo  la farina setacciata con lo zucchero e al centro il burro a pezzetti , iniziamo a impastare come per la frolla , poi l'uovo e man mano aggiungiamo gli altri ingredienti , per ultimo il lievito, impastiamo  bene ottenendo un composto sodo e morbido , lo dividiamo a metà formando 2 palline che andiamo a sistemare nel piatto da forno foderato di carta forno , inforniamo per 1 ora a 160° (in forno preferibilmente ventilato ).
Lasciamo raffreddare e serviamo a fette ..
Buonissimo ! Profumato e veramente un pasticcino ! :p :p :p
Si possono fare anche più piccoli come quelli che vendono ....

fiocchi di neve o stelle di natale fatte con le nate di sughero



 questi semplici ,veloci e creativi fiori o fiocchi di natale o stelle di natale ,come volete chiamarli, sono fatte con delle semplici nate di sughero tagliate a rondelle e poi unite con ago da lana e del filo di cotone da ricamo ( ma si può fare anche con della lana sottile ), il video e le immagini parlano da sole, è un modo per decorare l'albero ( o farne delle tovagliette all'americana o dei sottobicchieri o altro) per grandi e piccini perchè è rilassante, di sicura riuscita perchè è elementare , ma  nello stesso tempo da una certa soddisfazione perchè il risultato è bello , molto bello e naturale , e poi è bello creare delle cose senza dover comprare tutto, per poter personalizzare la vostra casa in modo unico e carino ...

altre idee natalizie con altri link nel post precedente






















si possono anche usare
nel portacapsule della nespresso
e farne un vasetto di fiori 

giovedì 12 novembre 2015

le uova in rosso

per fare queste uova :
2 uova
4 cucchiaiate di passata di pomodoro
mezzo spicchio d'aglio
sale
peperoncino
olio di oliva
Parmigiano grattugiato ( facoltativo)
Prezzemolo tritato o basilico ( facoltativo) 

preparazione :
soffriggere l'aglio in poco olio , aggiungere la passata e il peperoncino , salare , lasciare cuocere per 10 minuti , ora aggiungere le uova ( intere o sbattute) senza mescolarle alla passata e lasciare cuocere le uova nel contorno di sugo , aggiungere il parmigiano (facoltativo), appena sono cotte servirle con prezzemolo fresco ...
semplice , buono e veloce ....
altri modi di fare le uova qui , qui ecc...

la nata di natale

nella nata di natale
è nato un quadrettino
bianco e rosso
e pure un po stortino!? ....:))))))



oggi ci siamo dilettate a fare un quadretto natalizio da appendere al chiodo, ma purtroppo appeso  pende un po'( perchè non abbiamo centrato , e meno male che abbiamo misurato ) , ma fa design , è semplice , con delle nate tagliate a rondelle , delle foglie finte di stella di natale pinzate insieme , un cartoncino bianco , dei legnetti piatti fatti a misura( tagliati con il coltello ) e incollati al cartoncino , una pergamena ricamata (già negli anni passati) a punto croce con scritto buon natale , un pupazzo di neve in compensato ( anche questo degli anni passati) , due viti piccole con il triangolo per appendere il quadro , il tutto incollato al cartoncino con vinavil e bostik ...

altre cose natalizie: presepe all'uncinetto , albero a cassetti , scatola natalizia , bicicletta da appendere , un albero salatino ,la stella ,   tovaglioli natalizi per la tavola , albero di stelle , e molto altro nel blog..


mercoledì 11 novembre 2015

Zuppa ai 12 aromi

Zuppa ai 12 aromi ...( mi raccomando gli aromi devono essere dosati a pizzichi altrimenti rimane troppo speziata )

Ingredienti:

1 cipolla
Mezzo spicchio d'aglio tritato
1 pizzico di melissa
2 foglie di menta
1 manciata di prezzemolo tritato
Qualche foglia di basilico tritata
1 pizzico d'origano
1 pizzico di peperoncino
1 pizzico d'alloro
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di rosmarino
1 pizzico di salvia
1 pizzico di semi di finocchio
3 pizzichi di sale grosso
1 crosta di parmigiano
20-30 GR di burro
5 cavolini di Bruxelles
1 manciata di spinaci
1 manciata di piselli
1 manciata di fave
5-6 pomodori secchi sott'olio
1 manciata di funghi champignon
2 gambi di sedano a pezzetti
1 porro  tagliato a rondelle
2 patate
Acqua fino a riempire una pentola da 2 litri


preparazione
Mettere tutti gli ingredienti e portare a ebollizione e cuocere per 40 minuti poi unire il burro e togliere la crosta di parmigiano servire questa ottima zuppa come primo piatto ..  :p
altre zuppe e minestre , anche quì  ( nei post ci sono altri link ), crema di funghi , altre zuppe , zuppa di pane e biete ecc....

domenica 8 novembre 2015

tortellini classici di crudo alla crema di zucca

la crema di zucca per 4 persone circa :

300 gr di zucca
1 cipolla piccola
100 ml di panna ( o di besciamella )
una manciata di prezzemolo tritato
olio di oliva
sale
pepe
curry( facoltativo)
una manciata di parmigiano grattugiato


preparazione della crema di zucca :

tagliare sottile la cipolla e metterla a soffriggere in padella con l'olio di oliva , aggiungere la zucca a pezzetti , il prezzemolo , sale , pepe , curry, lasciare cuocere a fiamma bassa fino a che la zucca è cotta , passare il tutto nel frullatore con l'aggiunta del parmigiano e della panna o besciamella , ottenendo così una crema morbida …
questa crema va bene per condire la pasta, sia ripiena come nel mio caso ,sia semplice, che per lasagna …


per il ripieno dei tortellini , per 2 persone :

100 gr di prosciutto crudo
100 gr di ricotta
4 cucchiaiate circa di parmigiano grattugiato

passare tutto nel mixer e riempire i tortellini come spiega l'altra mia ricetta … di pasta se ne può fare di più o di meno dose da 200 o 300 o più di farina e le uova sono sempre 1 ogni 100 GR di farina ... La dose di 200 GR con 2 uova un pizzico di sale e un cucchiaio  scarso di olio di oliva è per 2 persone .


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


con l'avanzo di pasta e di crema di zucca fatta in casa ho fatto un pasticcio di pasta tipo la lasagna , ho messo in una teglia unta d'olio dei pezzi di pasta da ricoprire il fondo poi degli asparagi sbollentati e tagliati a pezzi , della mozzarella , un po' di crema , poi ancora uno strato di pasta e così via fino a finire con un mestolo di brodo di asparagi ( altrimenti sarebbe rimasto troppo asciutto ) e una spolverizzata di parmigiano , infornare a 180° per mezz'ora e servire come primo ...


venerdì 6 novembre 2015

albero di stelle di natale

oggi io e mia sorella abbiamo avuto
un'altra idea fai da te per la cucina ... questo alberello fatto con le stelle di natale comprate dai cinesi( sono fatte di tre strati, 2 di stelle e un pistillo per ognuna , sono solo incastrate , levando il pistillo si dividono benissimo )  , quindi , separare i tre strati  ( il pistillo è servito ieri per l'alberello di cartoncino  )  ..poi,
per prima cosa ci vogliono 3 legnetti uno per il centro e 2 dai lati( io ho usato un legno più spesso in centro e per i lati 2 legni piatti più sottili ) un ferretto curvo con tre buchi per tre viti , due piccole per i lati  e una più lunga per il centro ( si trova tutto  in ferramenta) , delle puntine da cartoleria bianche , delle decorazioni in compensato ( o fatte a mano o comprate già così ) .
i legnetti si sistemano e si fissano ad albero( come in foto)  con il ferretto curvo in alto piegandone leggermente le estremità in modo da far aderire perfettamente tutti e tre i legni  ,si avvitano le viti ben strette ai legnetti in modo che  rimangono fissi e fermi( io ho messo del nastro adesivo nero perchè si sono filati leggermente i legni piatti perchè erano un po' troppo sottili) .
adesso la parte più facile : puntare con le puntine bianche tutte le stelle di natale in modo da riempire lo scheletro dell'albero, nella parte più larga in fondo  fissarle con una pinzatrice dai petali  per riuscire a riempire tutto , appendere le decorazioni che si desiderano , infilare uno spago sulla punta sotto il ferretto e appendere l'albero al chiodo ...


se si vuole utilizzare tutto l'anno invece si possono mettere al centro di ogni foglia di stella un fiore di sughero e va bene per 365 giorni ...

giovedì 5 novembre 2015

viole: alberello a costo zero


mia sorella è bravissima ... ha fatto questo alberello veramente bene da mettere come centrotavola ...
le istruzioni sono nel suo blog ...(link sotto)
viole: alberello a costo zero: L'idea me l'ha data Pinterest, e si può trovare a questo link , poi naturalmente ci vuole un po' di fantasia .... ed il gi...

quadro autunnale...






















ieri ho raccolto alcune foglie ... oggi le ho messe in un quadro  e le ho appese, così da portare un po' di natura colorata  in casa ... mi piaceva l'idea di conservarle anche quando fuori saranno già  tutte secche ... poi vedo quanto mi durano nel quadro .... se si sbiadiscono e perdono le sfumature le toglierò .
 potrò rifarlo quando voglio, ogni autunno, perchè la fortuna è che questo è un quadro che posso rinnovare ogni volta ...

domenica 1 novembre 2015

da tovaglia a tende da cucina

per avere delle tende da cucina country e spendere poco basta pensare alla campagna di un tempo che usava solo tessuti naturali come il cotone e il lino , con le stoffe facevano tutto ,dai copricuscini  alle tende, sempre con lo stesso tessuto , infatti noi abbiamo comprato una tovaglia a quadretti e con soli 14 euro sono uscite delle tendine da cucina del valore di 50- 60 euro.
 tagliando a misura la stoffa e cucendone i bordi , lasciando un po' di arricciatura dove c'è la bacchetta e riciclando dei nastri o meglio fettucce di raso sintetico,  oppure fiocchi di cotone della stessa stoffa ( solo che non ne ho avanzata ) sono venute queste tendine tanto graziose che rendono calorosa la cucina , come in una favoletta ...
la tovaglia era di 240 x 150 ( dopo lavata era un po' meno ) quindi ho fatto 80 - 80 - 70 di larghezza,  la lunghezza era già perfetta di suo , ho solo fatto il bordi laterali e il bordo in alto dove passa la bacchetta facendole doppia cucitura in modo da infilare la bacchetta un paio di centimetri più sotto così da fargli l'effetto voulant piccolino per renderle più graziose e il gioco è fatto, in poco tempo le ho confezionate  e messe nelle finestre ...
altre tende qui e qui