Cerca nel blog

domenica 16 settembre 2018

Cavolfiore alla mugnaia

Come per la sogliola , impanare prima nel latte poi nella farina e poi friggere in padella con burro, aglio , prezzemolo , sale , fino a doratura. Un modo molto goloso di mangiare i ciuffi di cavolfiore( ovviamente lessati precedentemente).
Oppure l'altro modo qui.


mercoledì 12 settembre 2018

Sogliola alla mugnaia


Impanata prima nel latte poi nella farina e prezzemolo , fritta nel burro in padella facendola dorare bene da parte a parte ( ovviamente salare un po'), servita con fette di limone . Ottima e veloce .
Altro modo di fare la sogliola

domenica 9 settembre 2018

Quiche agli asparagi e pomodorini





Ingredienti per la pasta brisé :
200 gr di farina "00"
50ml di olio di semi
50gr di burro a pezzetti
1 pizzico di sale
2 cucchiai d'acqua


Per il ripieno:
Una decina di pomodorini  lavati tagliati a metà e privati dei semi
1 uovo
200 ml di panna da cucina
1 Philadelphia da 80 gr.
Una decina di asparagi tagliati a pezzetti lasciando intera la punta
1 porro tagliato a rondelle
Una noce di burro
2 manciate di parmigiano grattugiato
Sale.
Pepe.




Impastare insieme gli ingredienti della brisé e formare un panetto morbido .
In una padella antiaderente far soffriggere nel burro il porro con gli asparagi , aggiungere la panna e il Philadelphia mescolati all'uovo ,salare e pepare , aggiungere il parmigiano grattugiato, lasciare scaldare qualche minuto e tenere da parte.
Stendere a cerchio con il mattarello la brisé e forellarla leggermente , sistemarla in una tortiera di circa 24 cm foderata di carta forno bagnata e strizzata .
Riempire con il ripieno di panna e asparagi decorare con le punte degli asparagi e i pomodorini .
Infornare a 180° per 35 minuti . Servire tiepida  come antipasto .

Vedi altre torte salate qui e qui con vari link 

sabato 8 settembre 2018

Fiera dell'artigianato di PINEROLO



Bel cavallo e fantino in legno .
Ottima porchetta e salsiccia Toscana ( un po' cara ma buona ) .
Sono le cose che ci hanno colpito di più.
Però ci sono molte altre cose .... 😋

giovedì 6 settembre 2018

Risotto alle vongole e curcuma



Per due persone:
Ingredienti:

200 gr di riso
20 pomodorini lessati e sbucciati e tagliati a metà
Olio di oliva
Sale
100 gr.di vongole sgusciate
3 foglie di menta
Un pizzico di pepe o peperoncino
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 spicchio piccolo d'aglio tritato
Mezzo bicchiere di vino bianco
1 cucchiaino di curcuma


Preparazione:
In un pentolo antiaderente mettere qualche cucchiaiata d'olio d'oliva, l'aglio tritato, il prezzemolo, la menta, il pepe o peperoncino, lasciare soffriggere per 2 minuti senza bruciare l'aglio. Aggiungere le vongole , lasciare 1 minuto e aggiungere il vino , lasciare sfumare , aggiungere i pomodorini, lasciare cuocere per 5 minuti , aggiungere il riso , il sale , e la curcuma, aggiungere acqua calda q.b. per la cottura del risotto , servire caldo e con un buon vino se è possibile oppure birra . :P
A me è piaciuto moltissimo , faccio la pasta con lo stesso sugo ma invece che la curcuma ci metto lo zenzero perché per la pasta lo trovo più adatto, invece per il risotto ho voluto provare la curcuma e devo dire che è ottima mi sono promossa da sola.

Altro con la curcuma , altri risotti qui e qui e molti altri nel blog 

sabato 1 settembre 2018

Ali di pollo al gusto Messicano





Ingredienti:
6 ali grandi di pollo
Olio di oliva
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di misto per soffritto
Peperoncino a piacere ( andrebbe abbondante)
1 pizzico di salvia, alloro, timo, e ginepro.
Sale
3 cucchiai di salsa al peperone
Mezzo bicchiere di vino bianco


In una padella larga mettere un po' d'olio d'oliva con il misto per soffritto, aggiungere gli altri aromi , lasciare un minuto poi aggiungere le ali di pollo , lasciare a fiamma media fino a doratura superficiale del pollo , aggiungere il sale , il vino e continuare la cottura a fiamma più bassa , dopo 20-25 minuti circa aggiungere la salsa al peperone e mescolare bene, lasciare ancora 10 minuti per insaporire il tutto .
Altri modi per fare le ali di pollo  con altri link .

giovedì 16 agosto 2018

ALBA sotterranea per ferragosto

non avendo alcuna idea di come passare ferragosto siamo andate a cercare un'idea sul web .
abbiamo trovato Alba sotterranea che era una visita culturale archeologica che era da tempo che non  facevamo .
poi ... oltretutto ALBA è una città molto bella , pulita e con tanti negozi per fare shopping ( un po' cari però belli) .
l'itinerario della visita di alba sotterranea si svolgeva un po' sotto e un po' sopra per vedere le mura rimaste e le fognature degli antichi romani ( non era molto entusiasmante la fognatura )  i vari oggetti antichissimi e la guida che ci spiegava tutto è stata molto esaustiva su tutto e quindi molto preparata ( aveva da poco terminato la scuola ) .
la parte che mi è piaciuta molto è stato il museo , ricco di oggetti sia antichi che del nostro tempo ( uccelli , minerali , ragni , funghi , vasi,  marmo , ecc... ) e poi la chiesa di san giuseppe , molto bella , tutta un affresco e sul retro tutti i vari presepi illuminati e molto ben fatti .... infine il campanile con 124 scalini a chiocciola per vedere alba dall'alto ( mi hanno indolenzito le gambe ) . in tutto per visitare con calma sia la parte sotterranea che la chiesa e il museo , ci abbiamo messo 2,5 ore , senza soffermarci troppo .
 conclusione ... un gelato e alcuni negozi aperti anche per ferragosto ( infatti c'era abbastanza gente in centro) ... una giornata con un sole che spaccava le pietre ( io pensavo che era variabile invece ho sudato tantissimo e con le varie arie condizionate il mal di testa era inevitabile ).
video 1 2 3 4












i quattro inserti compongono il nome di alba 


la piazzetta di alba 






le monete d'argento che hanno trovato nelle fognature antiche 






i 124 scalini del campanile di san giuseppe


venerdì 10 agosto 2018

Crumble ai frutti di bosco




Ingredienti per una tortiera di 24-26cm :

3 uova
250 gr di farina "00"
50 gr di farina di riso
1 cucchiaino di lievito istantaneo per dolci
La buccia grattugiata di 1 limone
150 gr di zucchero+ 1 cucchiaio
140 gr di burro ( o metà burro e metà olio di semi)
100 gr di ricotta
Mezzo barattolo di marmellata ai frutti di bosco
Zucchero a velo a piacere


Preparazione
Mettere le farine miscelate insieme in una ciotola , e nel centro aggiungere , prima le uova , la buccia del limone, lo zucchero , il burro, il lievito e impastare fino ad ottenere un panetto morbido e sodo . Riporlo in frigo coperto con un canovaccio per 30 minuti.
Nel frattempo sbattere un uovo con il cucchiaio di zucchero e aggiungerci la ricotta sempre sbattendo, e tenere da parte.
Riprendere l'impasto dal frigo e dividerlo a metà circa ( una parte deve essere un po' più grande) , prendere la parte più grande e stenderla con il mattarello e sistemarla nella tortiera con carta da forno bagnata e strizzata molto bene .
Ora prendere la marmellata e ricoprire la superficie del cerchio steso , versare sopra il composto di ricotta e uovo , e con l'altro pezzo di impasto fare tanti salamini e palline da sistemare a griglia e le palline al centro come fosse un gioco di tris , infornare a 180° per 45 minuti , spolverare di zucchero a velo al suo raffreddamento.
Altre crumble qui con link a seguito.

giovedì 9 agosto 2018

Verdure in agrodolce


Per due persone : 2 carote, 3-4 gambi di sedano, mezzo peperone , 1 cipolla , una scatoletta di germogli di soia, 3 cucchiai di aceto bianco, 3 cucchiai d'olio d'oliva, sale , salvia , un cucchiaio di zucchero di canna.
Far soffriggere a fiamma media  in olio e salvia le verdure tagliate a pezzetti e rondelle , quando sono un po' appassite (10 minuti c.ca) , aggiungere l'aceto , lo zucchero e il sale e finire la cottura per altri 10 minuti con coperchio a fiamma bassa .
Buonissime per il caldo e veloci da preparare.
Altro in agrodolce , peperoni alla peperlizia

Vestito Ricamato a specchio



Ho provato a fare un ricamo a punto catenella che sapevo facile da fare , ma fatto a specchio in modo che i due lati fossero uguali fino ad incontrarsi lo pensavo più facile , invece disegnare a mano libera a specchio mi ha impegnato un po' ..  di ore . 3-4 ore per : prima disegnare a matita poi ricalcare con la penna ( perché sotto la luce non si vedeva la matita )  e poi ricamarci perfettamente sopra . Ne valeva la pena per personalizzare il 👗.

sabato 28 luglio 2018

Da due camicette una nuova



Rifinita nello smanicato



Visto che mi piace il lino non volevo buttare le due vecchie camicette ormai strette e così mi sono inventata una nuova scamiciata .
Quella panna era classica con le mezze maniche , quella rosa era sportiva . Ho salvato la parte alta  di quella panna , tagliando via la parte bassa , ho tagliato le maniche di quella panna e le ho aperte come due petali di tulipano li ho cuciti davanti arricciando un po', ho tagliato il dietro di quella rosa e l'ho cucito dietro arricciando poco poco , poi ho rifinito il davanti con pezzi già bordati delle vecchie camicette , e la parte più difficile è stata cucire il triangolo in mezzo ( infatti fa un po' difetto) però va bene tanto è larga ! Infine ho cucito il ricamo che avevo fatto in quella panna nelle maniche e unendolo l'ho cucito per far notare la divisione dei due colori sul retro .
Non è perfetta ma indossata è molto carina !

giovedì 19 luglio 2018

Gita fuori porta tra i castelli di Issogne e Verrès


castello di verrès

castello di verrès
castello di issogne


Bello il castello di Issogne ma l'abbiamo solo visto da fuori . Invece quello di Verrès lo abbiamo visto all'interno , 3 euro con guida turistica .. posto molto ventilato Verrès... Quello che ci vuole con il caldo .
Molto curata la strada che porta al castello di Verrès e pure molto in salita ... All'interno le sale del castello sono state ovviamente ristrutturate nel tempo e poi lo usano per il carnevale ogni anno !
Sono rimaste intatte le varie porte e camini enormi dove facevano cuocere la carne ...
La guida ci ha detto che tra parenti di quei tempi si sono fatti la guerra per i castelli che è durata 130 anni .. ( la burocrazia era lentissima :)))) ammazza! )
Da fuori del castello si vede un panorama stupendo sui paesi .
Quello di Issogne è bello pure lui , ci siamo fermate nel giardino sotto un enorme albero che ci ha rilassato dal sole ed essendo una zona ventilata si stava da dio! Poi dal ponte che porta a Issogne c'è la strada sterrata per passare in bici o a piedi che in due ore( a piedi) arrivi a hone Bard dove c'è il forte bellissimo che avevamo già visitato in passato.
Il paese di Verrès è molto carino e colorato e attraversando il ponte al centro del paese c'è la basilica ( chiesa) con un bel prato e più avanti ci sono dei giardini per fare sosta .


castello di issogne
dal ponte di issogne verso bard 

castello di issogne

inizio strada verso il castello dal centro di verrès

verrès il centro

verrès verso il castello

ponte di issogne

strada verso il castello di verrès

verrès veduta dal castello

verrès centro nel ponte




io e lella
collegiata di san egidio