Cerca nel blog

lunedì 9 luglio 2018

lasagna alla genovese



con del pesto fresco (  di G. rana ) oggi l'abbiamo fatta alla genovese con pesto fagiolini e patate .
come per le altre lasagne, ho fatto la pasta ( ma gialla questa volta ) e poi lo stesso procedimento , uno strato di pasta, poi il pesto, i fagiolini lessati a pezzetti e pezzi di patate lessate e besciamella  . ripetere l'operazione fino a esaurimento della pasta , concludendo con abbondante parmigiano grattugiato.

domenica 8 luglio 2018

crostata di fragole e mascarpone

preparazione della frolla come le altre crostate ( vedere post)  poi farcire con uno strato sottile di mascarpone e marmellata e ricoprire con strisce di pasta frolla ... da leccarsi i baffi :p :p :p


venerdì 6 luglio 2018

Focaccia alle cipolle di Tropea per 6 persone




Per una teglia 30x40 .
Ingredienti:

400 gr di farina "00"
1 bustina di lievito secco di birra PANEANGELI
1,5 cucchiaini di zucchero
1,5 cucchiaini di sale
1,5 cucchiai di olio di oliva
220-250 ml circa di acqua 
6 cucchiai di olio di oliva in totale per la teglia e la superficie della focaccia
Sale a piacere per la superficie
1 cipolla Grande.



Mescolare insieme la farina , lo zucchero, il sale , aggiungere l'acqua, l'olio e impastare bene , ottenuto un panetto morbido ma sodo , stenderlo con un matterello a grandezza della teglia .
Rivestire la teglia di carta forno e ungerla con un cucchiaio d'olio d'oliva, stendere l'impasto nella teglia spennellare la superficie con 2 cucchiai d'olio d'oliva , tagliare a rondelle la cipolla  e cospargere la superficie ,condire con i restanti 3 cucchiai d'olio d'oliva e sistemare in forno a 30° a lievitare ( d'estate non è necessario accendere il forno) per 2 ore . Trascorso questo tempo , con il manico di un coltello fare tanti buchi premendo sulla superficie e cospargere di sale fino a piacere. Infornare subito a 200° per 25 minuti (non serve preriscaldare)

Altri modi di fare la focaccia qui  e qui co altri link a seguito.

giovedì 5 luglio 2018

La belga in padella in agrodolce



La belga in agrodolce , molto buona e stuzzicante come contorno  per le calde giornate estive , ma anche come antipasto invernale , oppure da fare bruschette...
Tagliare la belga a rondelle in una padella unta d'olio d'oliva, aggiungere un pizzico d'aceto Bianco , un pizzico di pepe , qualche uva passa , un pizzico di zucchero di canna,  sale, lasciare soffriggere fino a doratura a fiamma media . Servire calda, tiepida  o fredda a seconda della stagione .
Altri modi di fare la Belga .

domenica 1 luglio 2018

Medaglioni a triangolo di semolino ai champignon






Fare del semolino ( vedi anche frittura dolce alla piemontese) , quando è appena cotto mescolarci una manciata di parmigiano grattugiato , un uovo e degli champignon trifolati in precedenza , versare in un piatto largo e piano , livellare e lasciare raffreddare .
Ricavare dei triangoli (o a forma che si preferisce) e passarli nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato , friggere in abbondante olio di semi , servirli tiepidi con pomodori in insalata .

Salatini di prosciutto crudo




Semplici e veloci da gustare con il melone (una frolla ma salata.)


Ingredienti per circa 16 croissant mini mini.

100 gr di farina
Una manciata di parmigiano grattugiato
Un pizzico di sale
100 gr di burro
Qualche fetta di prosciutto crudo
1 tuorlo d'uovo


Setacciare la farina , aggiungere il parmigiano grattugiato, il sale , il burro a pezzetti e impastare .
Ottenuto un panetto morbido lasciarlo riposare 30 minuti in frigorifero.
Riprendere l'impasto e dividerlo a metà , stenderlo a cerchio sottile e ricavare 8 triangolini per ogni cerchio ,  ogni triangolino ricoprirlo di prosciutto crudo e arrotolarlo a 🥐 , sistemare tutti i mini mini croissant in teglia foderata di carta forno, spennellarli con il tuorlo d'uovo e infornare a 200° per 10 minuti.
Ottimi snack per spuntini vari ...
Si possono fare anche con la sfoglia normale o quella veloce , ma questi sono ancora più veloci.

sabato 30 giugno 2018

Tagliatelle al tonno e scorza di limone veloci e buone



Ingredienti per 2 persone :
1 confezione di tagliatelle fresche
200 gr circa di tonno sott'olio di oliva
4-5 fiori di zucca
1 cucchiaio di capperi sotto sale
5 pomodori secchi sott'olio
1 cucchiaio di pinoli (o mandorle )
1 cucchiaio di olive  verdi snocciolate
La scorza di un limone
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva (o solo di oliva)
Un pizzico di Origano
Pepe a piacere
1 bicchierino di vino bianco


Preparazione:
Tagliare a pezzetti i pomodori secchi sott'olio e le olive , dissalare i capperi in acqua fredda per 10 minuti .
In una padella mettere l'olio, aggiungere i pezzetti di pomodori secchi, le olive , i capperi scolati dall'acqua, il tonno sgocciolato, l'origano, i pinoli, il pepe , i fiori lavati asciugati e tagliati a metà.
Lasciare insaporire con un goccio di vino bianco per qualche minuto a fiamma media.
Cuocere la pasta e versarla nella padella  con un mestolo della sua acqua di cottura  , mescolare per un minuto in modo che prenda bene gli ingredienti e in ultimo aggiungere la buccia grattugiata del limone .
Io non la servo arrotolata come gli chef ma è un piatto da chef preso dal ricettario di Carli ma con l'aggiunta dei fiori di zucca.
Buonissimo 

giovedì 28 giugno 2018

Fiori di zucca pieni e peperoni al forno farciti




Con degli avanzi in frigo ho fatto un po' di farcitura per i fiori di zucca e per  i peperoni al forno avanzati  :


Ingredienti per una decina di fiori :

10 fiori freschi perché devono essere ben aperti ( oppure si possono bagnare un po' e lasciare asciugare che così si ripigliano)
2 cucchiai d'olio d'oliva
Misto per soffritto ( una manciata)
Una spruzzata di vino bianco
10 asparagi circa
100 gr di ricotta
100 gr di mascarpone
Sale
2 manciate di pangrattato
2 manciate di parmigiano grattugiato
2 uova circa
Farina bianca q.b.
Olio di semi per friggere


Con avanzo di uovo e di ripieno(li ho uniti) ho condito i peperoni avanzati e li ho cosparsi di pangrattato e passati a gratinare in forno per 10 minuti c.ca.


Preparazione del ripieno:
Mettere in un recipiente la ricotta mescolata con il mascarpone , in un padellino saltare per una decina di minuti il soffritto in olio , aggiungere gli asparagi , il vino ,sfumare ,salare,  togliere dal fuoco e unire il tutto alla ricotta e mascarpone , aggiungere i due cucchiai di pangrattato e parmigiano , mescolare bene , poi riempire i fiori del composto ottenuto , passarli nella farina, nelle uova sbattute e friggere i fiori fino a doratura nell'olio di semi.
Servire tiepidi come antipasto o come piatto unico con contorno di pomodori e rucola . O insieme ai peperoni avanzati e farciti dello stesso composto.
Altre ricette simili: fiori ripieni con pesce ,  peperoni gratinati veloci , peperoncini dolci ripieni, 

Avigliana e i suoi laghi

video  1 , 2 , 3 , 4
Oggi non sapendo dove andare per passare una giornata in relax abbiamo pensato di fare una gita fuori porta che fosse economica ,così abbiamo scelto i laghi di Avigliana ,che l'ultima volta che li ho visti era circa 25 anni fa in bicicletta da Pinerolo ad Avigliana ed ero talmente stanca perché avevo pure le mie cose che c'eravamo fermate alla prima gelateria per riprendere il viaggio di ritorno sempre in bicicletta . 
Così oggi abbiamo fatto il viaggio con i mezzi pubblici che almeno in un'ora e mezza circa ci si arriva , almeno abbiamo avuto la forza di farci tutto il giro del lago grande , che non è un granché perché metà del tragitto è su strada (con marciapiede) , poi un giro nel centro storico che invece è molto grazioso e dal castello (che si vede pure la sacra di san michele) c'è un'arietta rigenerante fantastica ! Per fortuna che ci sono anche diverse fontane perché mi sono rinfrescata la testa altrimenti il sole mi avrebbe cotta a puntino come un pollo !


dalla chiesa si scende è c'è il tragitto per l'area pic-nic e abbronzatura proprio nella curva della foto 

 inizio area attrezzata per pic-nic 

il passaggio è galleggiante come la passerella del lago di iseo  solo molto più corta e il lago molto più sporco

la chiesa

le tartarughe



piazza conte rosso

veduta dalla piazza sul castello 

veduta dal castello

il castello

centro storico avigliana

strada per i laghi

il castello

giovedì 21 giugno 2018

Crespelle ai pomodorini



Queste crespelle sono da servire con insalata di spinacino fresco.


Ingredienti per 6 crespelle :
30 gr di burro fuso
Pepe
Sale
2 uova
200 ml di latte
150 gr di farina

Preparazione:
Mettere la farina setacciata in una ciotola e al centro versare il latte , le uova leggermente sbattute, aggiungere il pepe , il sale , metà del burro fuso, formare una pastella e versatela a mestoli in una padella antiaderente (unta con il restante burro)  rivestendo di pastella la padella a secondo della grandezza che si vuole per le crespelle, rigirando di parte in parte per far dorare le crespelle (vedi post Delle crespelle agli asparagi), adagiare le crespelle su carta forno e aspettare che sia pronto il ripieno.


Per il ripieno di pomodorini:
3 cucchiai d'olio d'oliva
Un pezzettino d'aglio
Un pizzico di origano
Un pizzico di noce moscata
Un pizzico di salvia
Un pizzico di timo
2 piccole bacche di ginepro tritate
Sale
40 pomodorini

Preparazione:
Mettere l'olio in padella , aggiungere gli aromi , i pomodorini tagliati in 4 e il sale, saltare in padella giusto il tempo che formino un poco di crema rossa ma senza disfarli.
Riempire le crespelle e chiuderle a cartoccio.
Servirle con insalata mista a piacere ma io consiglio spinacino, rucola, cetriolo conditi con olio e aceto.


martedì 19 giugno 2018

i coccoli fiorentini ( o coccoli toscani) fatti da me in casa



semplici da fare , l'unica cosa è che non sono riuscita a farli belli tondi perchè la pasta di pane lievitata fa i filamenti è non è facile prenderla con il cucchiaio !
devo dire che la ricetta è molto semplice .

io per provare ne ho fatti solo 7 :

quindi per 7 coccoli fiorentini ( anche se ho letto che quelli fiorentini hanno il latte ) :

100 gr di farina "00" setacciata 
mezza bustina di lievito secco di birra paneangeli
mezzo bicchiere d'acqua ( circa 150ml )
un pizzico di sale 
un pizzico di zucchero
un cucchiaino di olio extra vergine ( io ho messo di oliva )
olio di semi per friggere ( ci vuole quello di arachidi ma io non l'avevo quindi ne ho messo un'altro) 
sale per salarli all'esterno!



preparazione :
nel bicchiere dell'acqua , sciogliere il lievito , in una ciotola mettere la farina con il sale e lo zucchero , versare l'acqua con il lievito nella farina , lentamente, mescolando con una frustina in modo che non faccia grumi , aggiungere il cucchiaino d'olio extra vergine , e mescolare in modo che rimanga una pastella molto densa ma molle ( vedi foto ) , coprire l'impasto ottenuto con una pellicola trasparente e farlo lievitare per 50 minuti circa ( fino al raddoppio del volume ) in un luogo tiepido .
prendere una pentola che faccia da friggitrice( perchè i coccoli devono galleggiare nell'olio ), mettere olio di semi quanto basta e scaldarlo bene ( devono cuocere a fiamma media per non bruciare e rimanere crudi all'interno ) , prendere l'impasto a cucchiaiate e metterlo nell'olio ( possibilmente a forma tonda ) , poche cucchiaiate per volta perchè gonfiano e poi rischiano di appiccicarsi uno con l'altro , scolarli e metterli in carta assorbente per togliere bene l'olio in eccesso ( salarli leggermente in superficie) e servirli con prosciutto crudo e stracchino .
altri pani fritti : bastoncini di pane , palle di pane con prosciutto , pane fritto , palline brasiliane non fritte  , ecc..



domenica 17 giugno 2018

Filetto di orata al limone e semi di finocchio




Oggi ho fatto il filetto di orata in modo semplice ma gustoso da leccarsi i baffi.
Ho preso l'orata ho tolto la testa e coda , ho ricavato due filetti per ogni orata tagliando dal dorso .
Ho impanato l'orata nella farina , ho messo olio , semi di finocchio in padella larga , ho fritto l'orata a fuoco medio irrorando di succo di limone fino a cottura ultimata, ho salato q.b. , poi ho grattato un po' di buccia di limone e ho cosparso l'orata da entrambi i lati e ho fatto cuocere ancora per 1 minuto per insaporire .
Buonissima !!! 
L'abbiamo mangiata con patate lesse condite con olio e aceto.

pisa e firenze toccata e fuga

tra uno spostamento e un'altro una foto a firenze e una a pisa non poteva mancare...
video firenze , pisa piazza dei miracoli , pisa il ponte altri video sul mio canale ....
coccoli toscani da" verdoliva " a S.M.N.

firenze S.M.N.

firenze S.M.N.

pisa

pisa piazza dei miracoli

pisa piazza dei miracoli

pisa sul ponte


Isola d'Elba - rio Marina

video 1  rio marina 2  , video 3 ,video 4 , video 5 , video 6 , video 7 , altri video sul mio canale...

Un paesello davvero molto bello c'è tutto ciò che serve per rilassarsi ... Solo le feste in musica le metterei a volume più  contenuto perché secondo me un'isola con la discoteca all'aperto  non ci azzecca per nulla e non è questione di gioventù ma il sapersi divertire che manca secondo me....
Il sentiero dell'amore ️ è molto bello perché è abbastanza selvaggio .inizia dalla torre di Rio Marina e finisce a ortano e in mezzo c'è la caletta di San Gennaro e porticciolo che sono bellissime, ma piccoline  .
Su ortano avrei una critica da fare : con la sua bella caletta , alle spalle gli hanno fatto un villaggio turistico che secondo me stona moltissimo ( siepi e steccati in ferro dei più economici e lo stile del paese è molto diverso dalla natura circostante) ...lo fanno per i turisti ,ma esagerano!  ...
In direzione opposta di Rio Marina invece si va per i topinetti che c'é la spiaggia nera . Poi subito dopo cala seregola, la mia preferita ,  rossastra e con un bar comodissimo e piccolino . Tutte e due le calette sono selvagge, come piacciono a me , solo con lo stretto necessario per sentirti nella natura, come Dio comanda.
I bus sono comodi e portano fino a cavo ( da dove partono gli scafi per Portoferraio) e anche verso Portoferraio . Ti puoi fare mezzo giro dell'isola con il bus .
Finalmente un po' di sole dopo tanta pioggia ! 

piombino marittima

cavo prima di prendere l'aliscafo che porta a portoferraio


portoferraio 

si mangia a rio marina 

veduta della regina a portoferraio

spiaggia dietro al faro di portoferraio , area salvaguardata bellissima e selvaggia

spiaggia delle ghiaie a portoferraio

cala seregola

cala seregola

montagnole tutte rossastre verso le calette

hotel rio sul mare dove la colazione è piena di torte fresche del pasticcere 

veduta da lontano di rio marina

 a piedi da rio marina verso cala dei topinetti ( spiaggia nera)e cala seregola ( spiaggia rossa)

cala seregola 

i topinetti la spiaggia nera


hotel rio sul mare

rio marina notturna con la torre illuminata

rio marina

ortano

cala di ortano


verso ortano

scalini che scendono al porticciolo

caletta il porticciolo

caletta san gennaro

caletta san gennaro

lungo il tragitto è pieno di timo e rosmarino