Cerca nel blog

sabato 30 marzo 2019

Filastrocca - PIZZO condominiale

Il racconto è assai arguto
Serve poco più di un minuto
Ma nel mentre è complesso
Se si osserva il suo riflesso
Si manifesta un po' ovunque
Tra le voci di corridoio
Il bisbiglio è perentorio
Il sospetto già è risolto
Se si scopre il suo vero volto
Che pare bello e ordinato
Ma è invece scellerato
Maleodorante e spostato
Come uno slalom gigante
Sottolineato molto importante
Ma i conti ormai son fatti
Sono pieni di difetti
Padronanza della cosa
Ormai persa e sospettosa
Più nulla si può fare
Che gettar la spugna in mare
Che la inghiotte in un momento
E nel tuo viso lo sgomento
Giri in tondo, con tanti punti in sospeso
A cui non dai peso
Ecco di colpo la sua tela
Che sottile come un ragno, camuffa l'inganno
Solo l'occhio più attento
Può sapere quale sia il momento
Che con un leggero movimento artefatto
Si conclude lo scacco matto.


Nessun commento: